Hyundai IONIQ: tutti i dettagli tecnici [VIDEO]

IONIQ verrà svelata in anteprima europea al Salone di Ginevra: promette un piacere di guida sconosciuto rispetto alla concorrenza.

Al Salone di Ginevra 2016, Hyundai presenta l’intera gamma della nuova Ioniq, composta dalle versioni a propulsione ibrida, elettrica e Plug-in. Trattasi della prima auto di serie al mondo che consente di scegliere fra tre differenti motorizzazioni green. Sia la IONIQ ibrida che la ibrida Plug-in sono equipaggiate con il nuovo propulsore “Kappa”, un 1.6 benzina GDI 4 cilindri ad iniezione diretta che vanta un rendimento termico elevatissimo, pari al 40%: eroga 105 CV di potenza massima e 147 Nm di coppia motrice. Si tratta di un motore appositamente sviluppato per abbinarsi alla propulsione ibrida, collegato ad un inedito cambio a sei rapporti a doppia frizione (DCT): insieme al retrotreno con sospensioni multi-link, promette un elevato piacere di guida.

Il motore elettrico della IONIQ ibrida eroga 32 kW (43,5 CV), con una coppia massima di ben 170 Nm ed è alimentato da una batteria con polimeri agli ioni di litio dalla capacità di 1,56 kWh, posizionata sotto i sedili posteriori. La vettura eroga una potenza complessiva massima di 141 CV e fino a 265 Nm di coppia motrice, in grado di spingerla ad una velocità massima di 185 km/h. Emissioni di CO2 previste a partire da 79 g/km (ciclo ombinato). La IONIQ plug-in promette invece un’autonomia con la sola propulsione elettrica pari a 50 km: merito della batteria da 8,9 kWh con polimeri agli ioni di litio. I 45kW (61 CV) del motore elettrico, sommati alla cavalleria del 4 cilindri 1.6 GDI, permettono all’auto di raggiungere una potenza massima di 103,6 kW (141 CV), con emissioni di CO2 contenute in 32 g/km.

Infine la versione elettrica della IONIQ, grazie ad una batteria a litio da 28 kWh, dichiara un’autonomia massima stimata di oltre 250 km. In questo caso il motore elettrico eroga 120 CV di potenza e 295 Nm di coppia motrice: attraverso una trasmissione diretta, può spingere la vettura fino a 165 km/h. Su questa, come sulle altre versioni, il Cx (coefficiente aerodinamico) è pari a 0,24. La Ioniq è curata anche in tema di connettività: sono infatti disponibili Android Auto, Apple Car Play, servizi Tom Tom Live e ricarica wireless del proprio smartphone. Inoltre un pannello TFT da 7 pollici visualizza ogni informazione relativa ai parametri della vettura. In tema di sicurezza attiva, ogni IONIQ equipaggia di serie l’AEB(Frenata Autonoma d'Emergenza), il Lane-Keep Assist System (LKAS), il controllo dell’angolo cieco (BSD), la vista posteriore(Rear Cross Traffic Alert) ed il cruise control adattivo.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO