Stefano Domenicali presidente ed a.d Lamborghini

Succede a Stephan Winkelmann, che diviene a.d. di quattro GmbH. Per Domenicali il nuovo percorso a Sant'Agata inizierà il 15 Marzo

stefano-domenicali.jpg


Con un comunicato stampa, Stefano Domenicali, ex direttore della Gestione Sportiva di casa Ferrari, al comando di Maranello tra il 2008 ed il 2014 - quando passò la mano a Marco Mattiacci - è ufficialmente il nuovo presidente ed amministratore delegato di Automobili Lamborghini.

Un passo importante all'interno del gruppo Volkswagen quello dell'italiano che sale quindi al comando della casa di Sant'Agata Bolognese. Stefano Domenicali, all'interno già del gruppo come vice presidente dei progetti innovativi di casa Audi si ritrova in questo nuovo incarico di prestigio, a partire dal prossimo 15 marzo. Succede a Stephan Winkelmann, che diviene a.d. di quattro GmbH, la branca sportiva di Audi.

Dal canto suo, Stefano Domenicali commenta con poche parole: "Raccolgo con grande entusiasmo questa importante eredità, con l’impegno di dare continuità ai successi ottenuti da Lamborghini sotto la guida del mio predecessore, Stephan Winkelmann".

Un impegno importante e prestigioso per Domenicali, sparito dalle luci dei riflettori mediatici dopo il gran premio del Bahrain del 2014 in Ferrari, ma comunque dopo una carriera a Maranello che lo aveva portato a vincere il titolo costruttori in quel 2008 assolutamente convulso e controverso con il finale di Interlagos, ma anche con i titoli sfiorati da Fernando Alonso sia nel 2010 che nel 2012. Ora l'avventura con la sportività più pura di Sant'Agata

"Ho guidato l’Azienda per un lungo periodo, cercando di esaltarne il potenziale e di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. Ho avuto, assieme ai miei colleghi del Board, la grande soddisfazione di vedere approvato il terzo modello che si farà a Sant’Agata a partire dal 2018.

Questi successi non sarebbero stati possibili senza la passione, la competenza, la creatività e il coraggio che fanno parte del dna di questa Azienda e soprattutto delle straordinarie persone che vi lavorano. A tutti loro vorrei rivolgere un sentito grazie."

"Stephan Winkelmann, nei suoi undici anni di gestione, ha fatto di Lamborghini un marchio leader tra i costruttori di supersportive a livello internazionale. Il suo successore, che vanta altrettanta esperienza nel settore, ne raccoglie i grandi risultati per proseguire con successo sullo stesso cammino" ha riferito Rupert Stadler Amministratore Delegato di Audi AG e Chairman del Consiglio di Amministrazione di Automobili Lamborghini S.p.A.

Domenicali in Lamborghini: le reazioni dal web


Le reazioni alla notizia dal web, sopratutto tra appassionati delle quattro ruote, ha evidentemente lasciato traccia, e non è un caso che un nome come quello di Domenicali, per anni ed anni legato alla Formula Uno, fosse stato accostato ad un approdo del gruppo Volkswagen nella massima serie tanto che, già nell'ultimo anno, le voci di una fusione con la Red Bull era stata paventata.

Poi la questione Dieselgate e la fine di tali ipotesi. Oggi, lo stesso Luigi Perna de la Gazzetta, su Twitter conferma tale ipotesi:

Chiaramente il legame tra Stefano Domenicali ed il Cavallino è sempre stato molto forte, quasi familiare. Un figlio allevato da Todt negli anni del muretto, poi la presa del comando. Comunque un legame fortissimo, dettato dall'identificazione totale fin dagli anni difficili di Maranello. Già, perchè Stefano Domenicali era presente come capo della Gestione Sportiva quando approdò Michael Schumacher sotto i vessilli rossi. E proprio riguardo Schuamcher, ecco un bell'estratto di un'intervista su Autosprint ad un Domenicali umano, umile, in grado di offrire i giusti meriti a chi - come il Kaiser - riuscì a risollevare la Ferrari


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 405 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO