Kia Optima Sportswagon: com'è dal vivo

Kia Optima Station Wagon, la presentazione in diretta da Francoforte

Kia Optima Sportswagon - In diretta da Francoforte: Kia ha appena svelato ufficialmente la propria Optima Sportswagon, novità in termini assoluti per la casa. Già, perchè la Optima è la prima station wagon di segmento D prodotta dalla casa coreana.

Uno dei cavalli di battaglia di questa Optima, anche per sua natura, è sicuramente il proprio bagagliaio che raggiunge la capacità di 553 litri. In termini di dimensioni, la Kia Optima risulta essere larga 1.860 mm, lunga 4.855 mm come la berlina, ma guadagna spazio in termini di altezza, arrivando a quota 1.470 mm.

Dal punto di vista stilistico, la Optima Sportswagon mostra le stesse caratteristiche ed i dettami degli ultimi modelli Kia, e non potrebbe essere altrimenti. Ecco quindi linee nette e decise seppur non spigolose.

Tecnicamente, la Optima Sportswagon avrà a disposizione due tipologie di propulsore: da un lato il 1.7 CRDi Diesel, mentre dall'altro ecco far capolino il 2 litri CVVL benzina, che in Italia arriverà solo nella versione ibrida. Qualora non fosse sufficiente, con la versione GT, la Optima Sportswagon, si avrà a disposizione il nuovo 2 litri turbo benzina ad iniezione diretta.

Non poteva mancare ovviamente tutto il corollario di elettronica a partire dal Cruise Control Intelligente SCC, passando per la frenata di emergenza autonoma (AEB), basata sul rilevamento di potenziali ostacoli - sia veicoli che pedoni - attraverso un radar, il Lane Keeping Assist System per il mantenimento della traiettoria all'interno della propria corsia, l'High Beam Assist (HBA) ovvero il regolatore intelligente dei fari abbaglianti, ma anche il rilevatore della segnaletica riguardante la velocità, lo Speed Limit Information Function (SLIF), ed infine il rilevatore dell'angolo cieco.

Manca solo il prezzo, che immaginiamo sarà sicuramente concorrenziale.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO