Mercedes: Zetsche confermato come presidente del Gruppo

Dieter Zetsche è stato confermato come presidente del Guppo Daimler per altri tre anni. Il 31 dicembre 2016 scadrà infatti l'attuale mandato del manager ma il Consiglio di Sorveglianza del Gruppo Daimler ha deciso di confermarlo fino alla fine del 2019. Ma chi è Dieter Zetsche?

Se per gli addetti ai lavori e per i più appassionati questa può sembrare una domanda retorica, a molte persone il suo nome potrebbe dire poco. Dieter Zetsche, pur essendo tedesco, è nato a Istanbul nel 1953 poiché in quel periodo suo padre era impegnato nella progettazione di un ponte in Turchia. All'età di due anni la famiglia Zetsche si ritrasferì in Germania, vicino a Francoforte, dove Dieter crebbe facendo subito vedere di che pasta è fatto. Da giovane praticava infatti dei particolari sport equestri che consistevano nel fare ginnastica cavalcando un cavallo ed era già in grado di parlare correttamente diverse lingue. La sua prima auto fu una Volkswagen Maggiolino del 1971: la meccanica e l'ingegneria che furono da subito tra i suoi principali interessi.

Zetsche si laureò in ingegneria elettrica all'università di Karlsruhe, passando poi nella sezione di ricerca e sviluppo di Daimler. Non contento si laureò anche in ingegneria meccanica all'università di Paderborn, sposandosi poi con Gisela e diventando Assistente Capo Ingegnere per i veicoli commerciali del Gruppo Daimler.

Negli anni ottanta la sua crescita professionale fu rapidissima: nel 1984 fu nominato coordinatore dello sviluppo dei veicoli commerciali e nel 1986 divenne capo ingegnere e senior manager, per poi essere trasferito in Brasile nel 1987 come capo dello sviluppo Daimler per il Sud America. Diventò Presidente di Mercedes Argentina l'anno successivo. Nel 1991 andò in America in veste di presidente del costruttore di camion Freightliner, rilanciando il marchio e mettendosi in ottima luce per un'ulteriore promozione. Queste esperienze internazionali gli hanno permesso di parlare correttamente cinque lingue: il tedesco, l'inglese, lo spagnolo, il francese ed il portoghese.


Nel 1992 tornò in Germania come capo ingegnere dello sviluppo di Mercedes. Daimler acquisì poi nel 1998 l'americana Chrysler e, dopo alcuni problemi sul mercato a Stelle e Strisce, Dieter Zetsche venne mandato in America per cercare di risollevare la situazione proprio come aveva fatto con Freightliner. Zetsche ci riuscì, facendo incrementare i profitti del Gruppo. Tra le principali curiosità della sua carriera americana vi furono una serie di spot televisivi dove il "baffone" si mise in gioco facendosi chiamare semplicemente Dr. Z.

Il Consiglio di Sorveglianza decise così di promuoverlo Chairman del Gruppo Daimler nel 2006, anno in cui venne nominato tra le 100 persone più influenti al Mondo dal Time Magazine. Da allora Dieter Zetsche ha spinto per effettuare continue evoluzioni per il Gruppo tedesco, portando ad ampliare di anno in anno i profitti dei vari marchi nell'orbita di Daimler.



Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO