Raid notturni a Milano: lanci di uova contro autisti Uber e Ncc

Cinque autisti colpiti tra le ore 22 e la mezzanotte di martedi per le vie di Milano

uber_black.jpg


Agatha Christie diceva che “un indizio è un indizio, due indizi sono una coincidenza, ma tre indizi fanno una prova”. Ecco, in questa vicenda vi sono addirittura quattro indizi che mostrano come - ad oggi - la vita degli autisti NCC e principalmente degli autisti Uber a Milano non sia del tutto facile.

Già perchè, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, nelle ultime notti, vi sono stati cinque agguati di uomini incappucciati proprio nei confronti dei protagonisti di questa 'vicenda'. Agguati organizzati con uova lanciate dal vetro posteriore di un'auto di grossa cilindrata, ma anche da due taxi e a piedi.

Il primo caso riguarda una denuncia da parte di un autista Ncc del 1980 che, nella giornata di ieri, si è presentato in questura raccontando come, alle ore 23.30 di martedi, aveva realizzato di essere seguito da una Porsche Cayenne da cui poi sarebbe partita una scarica di uova che avrebbero rovinato il lunotto posteriore ed un fanale. Questa è l'unica denuncia depositata, ma - ovviamente - non l'unico caso.

Sempre nella serata di martedi, poco prima - più precisamente alle ore 22.14 - un autista della società My Limousine aveva con se due clienti siciliani. E' da sottolineare come i passeggeri avessero prenotato la corsa tramite Uberblack (legale in termini di legge nei limiti di talune regole settoriali).

Durante la corsa, ecco il lancio di uova. "Sembrava una goliardata carnevalesca" ha raccontato l’autista al Corriere, che ha sottolineato come il lancio sia partito da un taxi, una Seat "Il tassista sorrideva sadico, mentre da dietro, due passeggeri incappucciati lanciavano uova con violenza, tanto da provocare danni come fossero sassi".

Sembrava conclusa la vicenda, ma dopo poco, il secondo round con un uovo che si infrange sul parabrezza anteriore: "Era un taxi: ho il numero della licenza, ed ora lo vado a denunciare ai carabinieri. Lavoro per Uberblack e accetterò le sanzioni riguardanti, ma agguati del genere non li posso accettare".


La denuncia di tali agguati arriva anche da Facebook su di un profilo di un autista Ncc: "Questa sera alle 22.50 un collega in via Manzoni è stato oggetto di lancio di uova sul proprio mezzo, prima da un gruppo di cinque persone e poi da una Mercedes taxi in movimento. E' stata avvisata sia la scorta sia i carabinieri, ma non si è potuto risalire ai tassisti colpevoli". In questo caso la vittima non era un autista Uber ma lavorava con una delegazione straniera.

Verso la mezzanotte di martedi risale il quarto caso segnalato. Un'auto Ncc davanti ad un Hotel, il Principe di Savoia. Questa volta gli 'assalitori' erano a piedi, incappucciati. Infine il quinto assalto, che racconta: "Stavo portando quattro clienti francesi al locale Gattopardo a mezzanotte quando ci siamo trovati fermi in via Piero della Francesca dietro a un taxi, circondati da un gruppo di 20 persone in maschera che ci hanno sommerso di uova. I francesi volevano fare rissa ma gliel’ho impedito"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 20 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO