Peugeot a Retromobile e Automotoretrò 2016

A Parigi il tema dello stand del Leone è quello "dell'Automobile Donna". Spazio alle coupè che hanno tracciato la storia del marchio


Il mese di febbraio per Peugeot ha vissuto sulle onde dell'heritage, del vintage. Da un lato Retromobile, a Parigi, dall'altra Automotoretrò in quel di Torino Fiere. Durante l'evento transalpino, il tema fondamentale riguardava l'Aventure Peugeot e le coupè dell'epoca. Non una scelta casuale, ma voluta per celebrare l'eleganza e lo stile della casa del Leone attraverso lo slogan "L'Automobile e la donna".

Ecco quindi in bella mostra le auto che hanno fatto - per alcuni versi - la storia di un marchio che vive da 200 anni e che da oltre 100 si trova nel settore dell'automobile.

Un raccordo con la propria storia ben visibile con la Peugeot HX1 esposta, ibrida la cui estetica coniuga tutti i dettagli stilistici che hanno rappresentato l'evoluzione Peugeot nel corso degli anni. Non potevano mancare ovviamente le evoluzioni della dinastia, della stirpe della 205 fino alla 208, giunta ai trent'anni dalla presentazione.

Presenti anche le Darmant Peugeot, storiche per i loro trascorsi a livello di competizioni ma non solo, visto e considerato come queste ottennero anche dei premi e dei riconoscimenti durante i concorsi d'eleganza degli anni Trenta.

Ad Automotoretrò a Torino, anche il Club Storico Peugeot Italia ha proposto il tema dell'evoluzione delle coupè, esponendo la 301 D Coupè del 1935 e la 504 V6 Coupè del 1976. La prima, figlia di una delle prime berline di grande serie a ruote indipendenti, è un esempio di studio aerodinamico con i far abbassati, una coda rastremata, il parabrezza basso ed il padiglione raccolto. Mostra un motore di 1465 cc da 35 cavalli, con un cambio a tre marce. la 504 V6 Coupè era invece una vettura elegante con interni in velluto e con la carrozzeria metallizzata, disegnata e sviluppata da Pininfarina.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO