Auto e Pubblicità, "c'era una volta il Carosello": Idrolitina Gazzoni

L'auto come sogno del dopoguerra celebrata da questo Carosello in cui troneggia un'utilitaria Fiat.

Negli anni del dopoguerra, prima del boom economico, l'auto era veramente un sogno, e non è un modo dire, per rendersene conto basta guardare questo carosello in cui il protagonista sogna di vincere ad una sorta di Totocalcio per riuscire ad acquistare nientemeno che una Fiat 600.

La vettura in questo caso, più che per spostarsi è considerata un simbolo di un certo stile di vita della borghesia e necessaria per ottenere il permesso per sposare l'amata fidanzata, bella quanto caratterizzata da un nome impronunciabile e decisamente d'epoca. L'auto nel frattempo, fa bella mostra di sè per tutto lo spot ed è lei a consolidare il suo status di "oggetto dei desideri" più che il personaggio interpretato da Aurelio Fierro.

carosello-idrolitina.png

Rispetto ad altri che abbiamo considerato, qui la trama del Carosello diventa più complicata e spinge chi la guarda ad andare fino alla fine, almeno considerati gli standard di quegli anni. Con un meccanismo simile a quello delle pubblicità di adesso, lo spot vuole associare il concorso Idrolitina, bevanda poi scomparsa, al popolare (almeno per gli anni '50, prima dell'avvento delle scommesse on-line) gioco del Totocalcio, che permette d'esaudire i propri desideri, come quello dell'utilitaria. Se volete segnalarci un filmato d'epoca mandate una mail a: suggerimenti@autoblog.it.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 92 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO