Guardiano tarda ad aprire il cancello: lo investe con l'Hummer e lo uccide

Una spietatezza più unica che rara.

nisham

Una storia che ha davvero dell’incredibile: ricordate il miliardario indiano Mohammed Nisham? Avevamo avuto il dispiacere di conoscerlo nel 2013, quando aveva postato su YouTube il video di suo figlio di 9 anni intento a guidare la Ferrari di famiglia. In quell’occasione l'uomo - si fa per dire - si prese una bella denuncia ed il caso finì nel dimenticatoio.

Questa volta però Nisham, 38 anni, l’ha fatta davvero grossa: in un momento di ira ha puntato il muso del suo enorme Hummer contro il guardiano del complesso residenziale in cui viveva (ora è in prigione) e l’ha investito. Non contento, è sceso dall’auto e l’ha massacrato di botte con una spranga di ferro: il poveretto, di 47 anni, arrivato in ospedale in fin di vita, è morto dopo tre settimane di agonia, non senza aver subito una serie di vane operazioni chirurgiche.

Ma arriviamo alla domanda clou: che colpa aveva quel guardiano disgraziato per subire questo trattamento inumano? Secondo Nisham “ci aveva messo troppo ad aprire il cancello” per permettere alla sua auto di entrare; tanto sarebbe bastato a giustificare l’omicidio. Tutto questo avveniva a fine gennaio 2015. E’ invece notizia di poche ore fa che, dopo un lungo processo, il miliardario indiano è stato condannato all’ergastolo e pertanto passerà il resto dei suoi giorni in prigione, non prima però di aver risarcito la famiglia della sua vittima.

Photo Credit: K.K. Najeeb

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 73 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO