Una microcamera nascosta per truffare all'esame della patente

Il 40enne pakistano è stato però scoperto e denunciato dalla Polizia, con l'accusa di truffa ai danni dello Stato

Una patente di guida

Esame patente – Passare l’esame di teoria per ottenere la patente di guida ha creato spesso dei grattacapi, in particolare per i cittadini stranieri, con problemi con la lingua italiana. Un candidato pakistano di 40 anni, impegnato nell’esame alla Motorizzazione di Pistoia, ha ingegnato un trucco per farsi suggerire le risposte alle domande, come riportato dal quotidiano locale Il Tirreno.

Un cellulare fissato sul petto, con un foro nella felpa in corrispondenza con l’obiettivo della telecamera del proprio smartphone, per consentire al proprio complice di vedere le schermate dei quiz, ed un altro telefono nascosto in tasca, ovviamente con auricolare. In questo modo, si è fatto suggerire le risposte corrette da parte dell’amico, per riuscire a superare la prova.

Quando ha terminato il test, però, è arrivata la brutta (per lui) sorpresa. La Polizia stradale, chiamata da un funzionario della Motorizzazione, è arrivata ed ha chiesto al candidato di seguirlo in bagno. A quel punto gli è stato chiesto di togliere la felpa ed è stato scoperto il marchingegno: è così scattata la denuncia per truffa ai danni dello Stato ed un’indagine è stata avviata per scovare il complice.

Foto Flickr

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 37 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO