Mazda al Salone di Detroit 2016 LIVE [Video]

Fra prototipi da competizione ed auto da maxi famiglie, anche a Detroit Mazda si conferma uno dei costruttori più in forma del momento.

Salone di Detroit 2016 – La nuova Mazda CX-9 è la regina dello stand del marchio giapponese al NAIAS 2016 (11-24 gennaio), ma la casa di Hiroshima ha anche mostrato altri suoi modelli recenti, come la rinnovata CX-5 e la concept Speedster, costruita sulla base della MX-5. Noi vi facciamo fare un giro nello stand Mazda, con questo nostro video girato a Detroit.

Tornando alla CX-9, il SUV va a posizionarsi al vertice della gamma Mazda, anche se non sarà disponibile in Europa ed è stata espressamente concepita per il mercato americano. Il classico design Kodo del marchio, viene abbinato a nuove tecnologie ed a soluzioni tecniche inedite, per proporre una vettura notevolmente rinnovata, rispetto alla versione precedente.

Tra le novità, c’è il debutto del nuovo motore quattro cilindri sovralimentato 2.5 Turbo Skyactive-G, il più potente della gamma del marchio Mazda. Il propulsore ha una potenza di 250 cavalli ed una coppia massima di 420 Nm, a 2.000 giri. La nuova Mazda CX-9 sarà disponibile sia in versione a trazione anteriore, che con le quattro ruote motrici.

Aggiornamento a cura di Fabio Cavagnera

Mazda al NAIAS 2016: tutte le foto live

Al Salone di Detroit 2016 lo stand Mazda è uno dei più ricchi: la casa giapponese punta tutto sulla nuova CX-9, la grande SUV rinnovata da cima a fondo che porta al debutto il motore 2.5 SkyActiv sovralimentato mediante turbo e capace di 250 CV di potenza. Si tratta di un veicolo espressamente concepito per il mercato americano: la lunghezza di oltre 5 metri è dirimente in tal senso.

Spazio anche alla rinnovata CX-5 e, soprattutto, all’interessantissima concept-car “Speedster”, costruita sulla base della MX-5: si tratta di una versione naked della roadster nipponica e pesa appena 943 kg. I sedili a guscio, i pneumatici sportivi, i freni Brembo e l'assetto regolabile ribassato di 30 milllimetri non lasciano adito a dubbi sull’indole dell’auto.

Ultima, ma non per importanza, la barchetta da competizione che prenderà parte nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship: è motorizzata da un nuovo motore 2.0 turbo costruito a partire dal vecchio MZR che spingeva la precedente generazione della Miata e capace di “frullare” a 9000 rpm ed erogare 575 CV di potenza.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 46 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO