Cellulare alla guida: niente multa se la chiamata è urgente

Il Giudice di Pace di Perugia ha recentemente annullato una sanzione ad un'automobilista

Cellulare auto

Cellulare alla guida – Quando un automobilista viene trovato ad utilizzare il cellulare mentre è alla guida, senza gli appositi auricolari o il vivavoce, la multa è assicurata. Ci sono però delle eccezioni: la legge italiana, infatti, stabilisce che non risponde delle violazioni amministrative chi ha commesso il fatto “in stato di necessità o di legittima difesa”.

In una recente sentenza, il Giudice di Pace di Perugia ha accettato il ricorso di una automobilista che aveva risposto alla chiamata della clinica dove era ricoverata la nonna in gravissime condizioni, per comunicare l’avvenuto decesso della donna. Il Giudice, come riportato da La Legge per Tutti, ha ritenuto che i ricorrenti “avessero fornito gli elementi di prova dello stato di necessità”. L’automobilista ha portato la documentazione medica attestante il decesso della propria nonna.

L’eccezione vale solamente per casi di urgenza straordinari e, ad esempio, difficilmente viene accettata come motivazione il precario stato di salute del conducente: mettersi al volante in una situazione di malessere fisico è molto pericoloso, ancor di più guidando con il cellulare in mano.

Foto Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: