Sema: le strambe auto di Scion

Scion è un marchio molto particolare. Si tratta di un brand nato per l'America e fondato da Toyota nel 2002 per immettere sul mercato a Stelle e Strisce alcune vetture del Gruppo vendute nel resto del Mondo. La Toyota GT86 viene così commercializzata come Scion FR-S mentre altri modelli sono delle versioni ricarrozzate, come la Scion iQ derivata dalla Toyota iQ o la Scion iM, una gemella della Toyota Auris. Non sempre però gli aggiornamenti estetici creano vetture dal look piacevole, soprattutto quando si parla di tuning. Per il Sema 2015 Scion ha lanciato 3 modelli totalmente modificati pensati per attirare il pubblico appassionato di modifiche che affollerà Las Vegas dal 3 al 6 novembre. L'allestimento più eccentrico, se non lo si vuole definire strambo, è quello della Scion iA Eddie Huang che si ispira alle lowrider classiche. Vernice gialla e marrone, cerchi a raggi ed un look davvero inusuale comprensivo di volante a catena.

Sempre sullo stesso modello è stata creata anche la Scion iA Skybound che si ispira al fumetto Outcast. In questo caso l'auto è radiocomandata e si può muovere senza che nessuno sia presente a bordo: non manca nemmeno una macchina del fumo nell'abitacolo.

La terza vettura è una Scion iM firmata da Crooks & Castles: sospensioni ad aria ed un kit estetico molto aggressivo si abbinano a terminali di scarico quasi verticali ed un look da street racer. Molto simile anche l'allestimento curato da Illest che però sembra essere molto più sobrio.

  • shares
  • +1
  • Mail