Arriva il cemento che assorbe acqua

Il cemento assorbente non va considerato una novità, ma è la prima volta che rappresenta lo strato superficiale.

L’azienda britannica Tarmac ha installato per la prima volta un materiale denominato Tarmac Topmix, ovvero un tipo di cemento sviluppato per assorbire enormi quantità d’acqua in pochi secondi. Il video risulta già piuttosto esplicativo, ma i contenuti dell’innovazione sono evidenti leggendo quanto dichiarato dall’azienda: la permeabilità media si attesta a 36.000 mm/ora, decisamente superiore rispetto ad un evento piovoso di eccezionale intensità (300 mm/ora).

Il materiale può costituire in tal modo la superficie di piste ciclabili, strade e zone soggette ad inondazioni, oltre a rivelarsi utile per diminuire la temperatura del manto nei periodi di maggior caldo. Funziona grazie alla presenza di uno strato superficiale di cemento permeabile, soluzione che permette all’acqua di fluire verso il terreno e di spargersi fra il ciottolato impiegato quale base.

La quantità d’acqua assorbita può aumentare ricavando appositi canali di scolo. Il cemento permeabile viene utilizzato da quasi 60 anni, ma l’azienda considera Tarmac Topmix abbastanza resistente per essere applicato in parcheggi o in aree dove transitano automobili: finora il cemento assorbente doveva essere per forza rivestito con uno strato superficiale più solido e duraturo. Il materiale costituisce già la superficie di un parcheggio ad High Wycombe, a poca distanza da Londra.

  • shares
  • Mail