Chevrolet Camaro concept a Ginevra



Sarà che ci piacciono le muscle-car americane vecchie e nuove, sarà che il nostro cuore sobbalza ad ogni singulto di un carburatore quadricorpo Holley, sarà che il suono di alcuni V8 made in USA ci fa sempre rabbrividire, fatto sta che a Ginevra la suggestiva concept Chevrolet Camaro ha suscitato in noi una grande emozione!
Sapere poi che questo prototipo verrà trasformato in un paio d'anni nella futura Camaro di produzione, non può che riempirci di gioia e aspettativa, soprattutto alla luce di questa galleria fotografica.




Il design spinge molto sull'effetto nostalgia e parte dall'idea dell'ormai leggendaria Camaro del '69 per sviluppare una propria armonia stilistica fatta di linee semplici e grintose.
entro un paio d'anni.





Questo è il Comunicato Stampa presentato da Chevrolet per l'anteprima europea al Salone di Ginevra 2007.

Chevrolet Camaro concept: Rivive l’Eterno Spirito della Camaro

• Interpretazione in chiave moderna di una delle più classiche coupé americane
• Design affascinante, prestazioni eccezionali
• Un modello di serie completamente nuovo sarà importato in Europa dal 2009

GINEVRA – La concept car Chevrolet Camaro debutterà in Europa al Salone di Ginevra 2007. Chevrolet Europe ha infatti deciso di importare nel Vecchio Continente questa straordinaria coupé sportiva a partire dal 2009.

La concept Chevrolet Camaro unisce un design affascinante e prestazioni di assoluto rilievo. Caratteristiche che fanno rivivere lo spirito di una delle più popolari coupé di tutti i tempi e ripropone in chiave moderna l’idea Camaro alle nuove generazioni di appassionati.

Questa concept car incarna le prestazioni e la passione che hanno messo le Camaro di prima generazione tra le auto più ricercate dai collezionisti, aggiornando la formula originaria con un gruppo motore-cambio di grande efficienza, un telaio sofisticato e un design al passo con i tempi. L’obiettivo era di ottenere una coupé sportiva capace di entusiasmare i giovani e al tempo stesso di mantenere inalterato il fascino del modello presso gli estimatori di oggi.

“Se milioni di persone di tutte le età si innamorano della Camaro è per una serie di buone ragioni”, dice Ed Welburn, vicepresidente della divisione Design globale di GM. Le Camaro erano belle da vedere e offrivano prestazioni all’altezza delle costose GT europee. Ma erano abbastanza funzionali da poter essere utilizzate tutti i giorni e avevano un prezzo abbordabile per molti nuovi acquirenti di auto”.

Il cofano motore lungo, il tetto corto e l’aspetto ribassato della concept Camaro non lasciano dubbi sul fatto che sia davvero un’auto ad alte prestazioni. Che non si tratti solo di un aspetto estetico lo confermano il compatto V8 in lega leggera da 400 cv, il cambio manuale a 6 marce e un sofisticato schema di sospensioni a 4 ruote indipendenti.

Come i modelli a cui si ispira, la concept Camaro è nata per essere pratica anche nell’uso quotidiano. Adotta sistemi per ridurre i consumi, come la disattivazione dei cilindri con la tecnologia Active Fuel Management™. In questo modo il consumo extraurbano può migliorare anche il limite delle 30 miglia/gallone ovvero 12,7 km/litro. Le dimensioni esterne non sono tali da creare difficoltà nelle vie cittadine e in posteggio; in caso di necessità, i sedili posteriori possono accogliere anche due adulti.

Un design pulito e muscolare

Alla luce delle radici sportive della Camaro, il team di design GM ha scelto un tema che rende omaggio alla Camaro originale, benché l’auto sia immediatamente riconoscibile come un modello assolutamente attuale.
Un’ispirazione importante è venuta dalla Camaro del 1969, considerata da molti la più riuscita, esteticamente, della prima generazione di questa coupé. Ma il team GM basato a Warren, nel Michigan, ha lavorato su diverse alternative, rivolgendo la propria attenzione all’ultima versione della Corvette e ad aerei come il jet da caccia F22. Questo per ricercare uno stile capace di integrare lo spirito che garantì il successo alla Camaro del 1969, ma interpretato in uno stile moderno ed entusiasmante.

“Le proporzioni complessive – afferma Tom Peters, responsabile del design per le automobili sportive a trazione posteriore – con il cofano lungo e gli importanti passaruota dicono: ‘Questa è un’auto ad alte prestazioni, con il motore anteriore e la trazione posteriore’”. La mascherina anteriore in rilievo e la prominenza del cofano motore suggeriscono la potenza del motore V8 di derivazione Corvette. Cerchi e pneumatici di dimensioni generose rivelano freni ad alte prestazioni e insieme alle forme sporgenti dei parafanghi fanno presagire tenuta di strada e frenata perfettamente all’altezza del potente propulsore.

L’abitacolo della Camaro è in pratica ”circondato” dai passaruota dal taglio deciso, elemento stilistico ispirato dagli aerei da caccia e dalla nuova Corvette. E, come in tutti i mezzi ad alte prestazioni, la funzionalità tecnica sposa l’estetica. “La concept Camaro non ha solo una bella forma” dice Peters. “Il progetto ha previsto tutto quello che serve all’auto per esprimere al meglio le sue prestazioni”.

Lo stesso principio è stato applicato agli interni. La strumentazione e il colore arancio dei dettagli dell’abitacolo si rifanno alle Camaro di prima generazione, ma il design complessivo e la finitura riflettono la funzionalità essenziale che gli automobilisti si attendono da una supersportiva Chevrolet.

Prestazioni da esprimere nel mondo reale

La concept Camaro adotta l’ultima generazione del leggendario V8 compatto GM. Il motore LS2 con 6 litri di cilindrata ha basamento e testa in alluminio per contenere il peso e utilizza l’Active Fuel Management™, un sistema che esclude 4 cilindri quando al propulsore è richiesta una potenza ridotta. La versione dell’unità LS2 destinata alla concept è accreditata di 400 cv, ma i consumi sono di circa 7,8 litri/100 km nei percorsi extraurbani.

Il cambio manuale a sei marce della concept Camaro offre una scelta di rapporti valida per ogni esigenza del guidatore: accelerazioni improvvise, sorpassi agevoli e cambi corsia, grande efficienza nella marcia autostradale.

Le sportive moderne non guardano solo alle caratteristiche di velocità massima. Per questo la concept Camaro adotta un sofisticato telaio a trazione posteriore. Le sospensioni a quattro ruote indipendenti adottano molle a rigidità progressiva e ammortizzatori a gas. Freni a disco da 14” sulle quattro ruote assicurano una frenata sicura in ogni condizione. I cerchi in lega leggera a 5 razze dal design esclusivo, da 21 pollici all’anteriore e 22 al posteriore esaltano tanto l’aspetto quanto il comportamento su strada della concept Camaro.

Tipo auto: coupé sportiva a 2 porte e 4 posti, trazione posteriore
Passo (mm): 2806
Lunghezza (mm): 4730
Larghezza (mm): 2022
Altezza (mm): 1344
Carreggiate (mm): anteriore 1620, posteriore 1607
Motore: LS-2, V8 6.0 litri, 400 cv / 298 kW, con Active Fuel Management™ (4 cilindri escludibili)
Trasmissione: T56, manuale a 6 marce
Sospensioni: a quattro ruote indipendenti: avantreno con montanti McPherson, retrotreno multilink, molle a rigidità variabile, ammortizzatori a gas
Freni: a disco da 14” sulle 4 ruote, pinze a 4 pistoncini
Cerchi: lega leggera, anteriori 21”, posteriori 22”
Pneumatici: anteriori 275/30R21, posteriori 305/30R22

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO