Renault Kwid

La presenza dell'impianto multimediale MediaNav le assicura un tocco di prestigio ed esclusività rispetto alle dirette concorrenti.

L’utilitaria Renault per i mercati emergenti si chiama Kwid e debutterà entro fine 2015 in India, dove sarà venduta ad una cifra equivalente i nostri 4.200 euro. Il modello ha fattezze da classica berlina due volumi, ma l’assetto rialzato e gli ampi fascioni paracolpi le conferiscono un aspetto da mini-SUV. Tale impressione viene giustificata secondo Renault anche dagli sbalzi contenuti.

La Kwid è lunga 3,68 metri, raggiunge in altezza il metro e 58 e vanta una luce al suolo di 18 centimetri. L’abitacolo risulta all’apparenza curato e piuttosto ben rifinito, grazie alla presenza di un elemento non comune fra vetture destinate ai mercati emergenti: nella plancia è infatti presente uno schermo da 7 pollici, grazie al quale è possibile gestire la connettività Bluetooth e l’impianto multimediale Media-Nav. Il quadro strumenti è anch’esso digitale.

Un ulteriore elemento d’interesse sta nell’utilizzo della piattaforma modulare CMF-A, risultato della collaborazione fra Renault e Nissan e qui alla prima applicazione: viene descritta come estremamente flessibile e studiata per dare origine anche a vetture dalle caratteristiche estetiche assai diverse. Si compone di cinque moduli principali, ovvero le parti anteriori e posteriori della scocca, l’architettura elettrica, la parte relativa al motore e la plancia. La Renault Kwid potrebbe arrivare in Europa con marchio Dacia, ma tale indiscrezioni devono ancora trovare conferma.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 5 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO