La nuova BMW M5 prosegue i test su strada

Lo sportellino per la ricarica delle batterie non tragga in inganno: il rombo del V8 è d'avanzo per smascherare la nuova BMW M5.

Non è difficile riconoscere una vettura allestita dal reparto Motorsport. Lo è anche quando mancano i suoi elementi più facilmente distinguibili, come le appendici aerodinamiche ed i cerchi in lega di ampio diametro. Per identificarla basta un solo elemento tecnico: è l’impianto di scarico, dal quale fuoriescono note inconfondibili persino per l’automobilista più distratto. Ciò è successo poche ore fa, quando il nostro fotografo pensava di aver davanti all’obbiettivo la solita BMW Serie 5.

Tale certezza è venuta meno non appena il collaudatore ha spalancato il gas, dando fiato ad un motore che ha immediatamente smascherato la falsità dello sportellino presente dietro la ruota anteriore sinistra: dovrebbe nascondere l’ingresso per la ricarica delle batterie, ma l’esemplare fotografato batterie non dovrebbe proprio averne.

Il rombo del motore tradisce infatti la sostanza della nuova BMW M5, attesa con ogni probabilità nel 2017 (la Serie 5 dovrebbe esordire nel 2016) e di cui in realtà non conosciamo troppi dettagli: il motore dovrebbe restare un V8 sovralimentato, mentre è dato per certo l’esordio di una variante a trazione integrale, ritenuta necessaria per ampliare il bacino di potenziali clienti e per sfidare le Audi RS6 e Mercedes-AMG E 63. Possiamo dare per certo l’utilizzo di materiali compositi, ormai ritenuti basilari nella strategia tecnica elaborata dall’Elica.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO