Rivoluzione BlaBlaCar: via i contanti, si pagherà online

I pagamenti dovranno essere effettuati mediante software in anticipo. Si inizierà con la tratta Milano-Genova in entrambe le direzioni

Bla Bla Car si evolve

Rivoluzionare per evolversi. Bla bla Car, vista anche l'esplosione di Uber, si aggiorna con i tempi anche in Italia, puntando sul digitale ancor di più di quanto non avesse fatto finora. Il servizio, che consente di prendere e offrire passaggi in auto dividendo cosi i costi di benzina e pedaggio, ha deciso di fermare i pagamenti in contanti, sviluppando quindi una piattaforma digitale per poter pagare il prezzo direttamente online, sfruttando i circuiti delle carte di credito - anche ricaricabili - e paypal. Conseguentemente quindi, la società tratterrà una parte dei soldi destinati al conducente, da reinvestire sulla struttura stessa.

Si tratterrà, per l'Italia, di un nuovo metodo che entrerà in vigore in una prima fase solo nella tratta Genova-Milano (in entrambe le direzioni). Nel corso dell'anno poi, tale sistema verrà portato in tutta la penisola.

Non si tratta comunque di una novità assoluta e pionieristica. Già in Spagna e Francia tale metodo è attivo. Cosa cambia? Innanzitutto il modus operandi della circolazione del denaro. Fino ad oggi era affidato ai singoli, ora invece è un software che organizza il tutto. Conseguentemente, il saldo dovrà essere effettuato in anticipo.

Una domanda quindi sorge spontanea: con l'arrivo delle conseguenti commissioni si avrà un ritocco delle tariffe da parte degli autisti e, secondo i più pessimisti, un calo dell'utilizzo della piattaforma. Da BlaBlaCar però fanno sapere di aver calcolato e messo in preventivo, sottolineando come proprio in Spagna e Francia, tale modifica non abbia portato ad alcun calo. La percentuale trattenuta ovviamente è variabile in funzione al costo del passaggio ed al numero di 'ospiti' in macchina.

Tanto per fare un esempio, su una tariffa di 66 euro per il propietario dell'auto, 6 saranno destinati a BlaBlaCar in maniera completamente automatica.

Ma perchè la scelta della tratta Milano-Genova in entrambe le direzioni? Proprio per la sua natura di direttrice e pioniera del road sharing nostrano, dove si contano iscritti fin dal 2012.

Ulteriore evoluzione riguarda un sistema di indennizzi per evitare qualsivoglia imprevisto, tra cui la cancellazione all'ultimo istante del viaggio. In altre parole, se il proprietario "abdica", al passeggero può esser rimborsato l'intero importo. Questo se quest'ultimo non sia stato avvisato prima. A quel punto l'indennizzo sarà, per forza di cose, inferiore. Infine, grazie a questa nuova piattaforma, si potrà sapere in anticipo come sarà composto l'equipaggio della macchina.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 31 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO