Sonny, la piccola concept di Carcerano



Il Motor Show 2006 ha visto il debutto di un interessante prototipo realizzato dalla Carcerano Creative Engineering, una solida realtà torinese che opera nel campo della progettazione auto e del design industriale.
La Sonny spiccava sulle ipotetiche concorrenti della mostra "L'auto che verrà" con il suo colore giallo, nonostante le ridotte dimensioni da Urban Car (lunghezza 2.915, larghezza 1.684, altezza 1.616, passo 1.960 mm). Pensata per utilizzare innovative tecnologie di comunicazione con la realtà urbana che la circonda, la Sonny andrà a integrarsi con futuri sistemi di gestione del traffico in città (nello specifico Torino).
Questo studio pone particolare attenzione già in fase di progetto al trattamento dei veicoli a fine vita, prevedendo stringenti limiti di riciclo dei materiali, riuso e recupero energetico. L'abitabilità è sorprendente e offre 4 posti reali, con i due dietro celati dai grossi montanti posteriori.


Lo stile combina linee fluide e volumi generosi, arrotondati e bombati, con un grande portellone posteriore. Ampie sono le superfici vetrate, che aumentano la sensazione di spaziosità, visibilità e migliorano la sicurezza attiva.
Il cambio automatizzato si sposa a ESP e ABS con Brake Assist, oltre a un sistema di controllo intelligente ICS per muoversi con sicurezza all’interno del tessuto urbano. Tutti i pannelli, realizzati in materiale sintetico, sono leggeri e riciclabili, per un doppio vantaggio energetico e ambientale.







L'architetto Piero Luigi Carcerano

  • shares
  • +1
  • Mail
55 commenti Aggiorna
Ordina: