Bristol Fighter T


Per la celebrazione dei suoi 60 anni di attività, il costruttore inglese Bristol festeggia con 1.012 candeline, una per ogni cavallo di potenza dell'ultima nata: la Fighter T.
Al già borioso 10 cilindri a V da 8 litri che equipaggia le versioni Fighter e Fighter S (già presenti in listino) vengono aggiunti due turbocompressori: in questo modo, senza troppi complimenti, la potenza quasi raddoppia: da oltre 520 Cv a oltre 1.000 (!); la coppia massima, dal canto suo, supera i 1.400 Nm.

Effettivamente, come spiegano alla Bristol, si è notato che molti clienti tendono ad utilizzare l'auto anche tutti i giorni ma anche per qualche domenica in circuito. C'è, poi, un certo numero di proprietari che ha richiesto maggiore potenza dalla Fighter. Da tutte queste considerazioni è scaturita questa degna avversaria della Bugatti Veyron. Solo in termini di potenza, però: infatti nonostante la velocità massima teorica di quest'auto sia superiore alle 270 miglia orarie (oltre 430 km/h), è stata volutamente limitata elettronicamente a 225 mph (oltre 360 km/h), giudicati assolutamente sufficienti. L'equipaggiamento si completa con assetto sportivo, interni semplificati, ruote da 19" con pneumatici anteriori da 275 mm e posteriori da 335.

In ogni caso, la macchina resta una supercar per tutti i giorni, secondo i vertici Bristol, tranquillamente utilizzabile in centro o per un romantico weekend in qualche esclusiva località di villeggiatura. Onestamente, se mi chiedessero di scegliere tra questa e una Veyron, considerato lo slancio passionale degli inglesi nel approcciarsi alla costruzione di una macchina sportiva...

  • shares
  • +1
  • Mail
45 commenti Aggiorna
Ordina: