Ford B-Max vista all'Ingenious Tour

Dopo la presentazione al Salone di Ginevra, Ford B-Max è stata protagonista di una serie di eventi in diverse città italiane. L’Ingenious Tour ha visto protagonisti anche noi di Autoblog e ha avuto come scopo quello di presentare le nuove tecnologie di cui è dotata la vettura. Lo stile della B-Max comprende le originali porte anteriori incernierate e posteriori scorrevoli ed il montante centrale integrato per ottimizzare l’accessibilità. La casa costruttrice americana ha deciso di identificare quest’auto con la sigla MAV, ovvero Multi Activity Vehicle.

Stile e tecnologia sono le parole chiave principali che rappresentano la city car targata Ovale Blu. Basata sulla piattaforma globale B del marchio, la stessa della Ford Fiesta, l’auto è lunga poco più di 4 metri e si colloca a metà strada tra la Fiesta e la Ford C-Max.

Lo stile segue i dettami del linguaggio Kinetic Design, sia all’esterno che all’interno. Dell’Easy Access Door abbiamo già parlato. Gli interni sono stati studiati per massimizzare la versatilità senza rinunciare al comfort. Ad esempio è possibile reclinare i sedili in modo da poter caricare a bordo oggetti ingombranti o lunghi fino a 2,34 metri. Anche la sicurezza è stata tenuta in alta considerazione nello sviluppo di quest’auto, sia dal punto di vista strutturale e dei materiali che tecnologico.






Ford B-Max: efficienza e pulizia




Le motorizzazioni benzina e diesel della Ford B-Max sono state studiate per offrire valori importanti in termini di efficienza e pulizia. In particolare l’unità 1.0 EcoBoost da 120 cv richiede 4,9 litri per 100 km di benzina ed emette nell’atmosfera 114 g/km di CO2. Secondo la casa costruttrice si tratta di un risparmio del 15% rispetto alle principali concorrenti. Il motore 1.6 TDCi da 95 cv consuma 4 litri per percorrere 100 km con emissioni di CO2 di 104 g/km.

Le tecnologie installate a bordo di B-Max per ridurre consumi ed emissioni comprendono sistema Start&Stop, Eco Mode che analizza lo stile di guida e propone soluzioni per ottimizzarlo, indicatore di cambiata e ricarica rigenerativa intelligente.

Ford B-Max: Easy Access Door System

Easy Access Door è l’originale sistema di apertura delle portiere utilizzato dalla nuova MAV della casa costruttrice americana. Le porte anteriori sono incernierate, quelle posteriori sono scorrevoli ed integrano al proprio interno il montante B. In questo modo si ottiene una migliore accessibilità sia per i passeggeri che per i bagagli. Sono più semplici sia le operazioni di carico e scarico di oggetti ingombranti che, ad esempio, l’installazione dei seggiolini per bambini.

Grazie a questa soluzione si può ottenere uno spazio largo fino ad 1,5 metri per accedere all’abitacolo. La sicurezza strutturale è garantita dall’uso di acciai speciali ad alta resistenza utilizzati sia nella scocca che nelle porte. I sedili sono stati studiati per ottimizzare le funzionalità dell’Easy Access Door System e possono essere ripiegati con facilità.

Ford B-Max: Active City Stop

Il dispositivo Active City Stop è stato studiato per ridurre il rischio di collisioni, soprattutto in città. E’ la prima volta che un simile strumento viene installato su un’auto compatta dell’ovale blu. In caso di impatto imminente il sistema si attiva, aiutando i guidatori ad evitare tamponamenti o a limitarne i danni. Secondo i test condotti dalla casa costruttrice sarebbe in grado di evitare ogni incidente sotto i 15 km/h e di ridurre l’impatto fino a 30 km/h.

Un altro strumento molto utile montato a bordo della Ford B-Max è l’assistente per le partenze in salita, che evita di scivolare indietro riducendo così ulteriormente il rischio di tamponamenti nel traffico cittadino.





In generale da quello che abbiamo potuto osservare nella preview, le premesse ci sono. Sarà interessante valutare la bontà delle soluzioni adottate provando la vettura su strada e nella vita di tutti giorni.




  • shares
  • +1
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: