Conferenza Stampa Sergio Marchionne - Detroit 2015 Live

La conferenza stampa di Sergio Marchionne e John Elkann da Detroit

marchionne_detroit_2015

Siamo alla conferenza stampa di Sergio Marchionne e John Elkann al Salone di Detroit, che seguiamo live qui su Autoblog.

1.500 posti nuovi di lavoro nello stabilimento di Melfi e cessazione della cassa integrazione per tutti i dipendenti dello stabilimento SATA. Raccogliamo oggi i frutti di una scelta fatta anni fa. Pensiamo di produrre oltre 300.000 vetture all'anno tra Renegade e 500X. Il mercato ce lo sta chiedendo, a conferma del fatto che i due modelli Jeep e Fiat stanno andando bene.

Il 2015 sarà un anno nel quale venderemo 5.000.000 di veicoli.

Un terzo partner per FCA? Si, spero che questa ipotetica industria capisca lo sforzo immane che stiamo facendo e che diventi uno sforzo condiviso. Non potrà che non essere un partner che è già nel mondo dell'automobile.

La spider su base Mazda arriverà nel 2016. La Giulia sarà disponibile alla fine del 2015, lancio il 24 Giugno.

Per quanto riguarda le nuove tecnologie, come ad esempio la guida autonoma, ibrido, elettrico e così via, hanno tutto il nostro riconoscimento. Il punto è stabilire entro quale tempo può la tecnologia può essere disponibile. Soprattutto occorre stare attenti alla questione economica. E' facile innamorarsi di una tecnologia, salvo poi doverne pagare il "prezzo" dal punto di vista finanziario. Ad esempio, purtroppo per i miei colleghi, la Volt non ha avuto questo gran successo per quanto riguarda i risultati economici.

La variazione del prezzo del petrolio non cambia il nostro impegno per quanto riguarda la riduzione delle emissioni. Quello che facciamo con il bicilindrico in Europa, potremmo replicarlo in un minivan sei volte più grande della 500.

Per quanto riguarda Ferrari, la nostra filosofia è gestire il ciclo di mercato, di tenere comunque l'offerta appena al di sotto della domanda. Tra poco inizia il campionato di F1, andrò ad alcuni dei Gran Premi, ci sarà Arrivabene. Sarà un anno difficile, siamo partiti indietro, lo dico senza far polemiche. L'importante adesso è impegnarsi, tenere la testa bassa e lavorare. Non si può andare a far la "guerra" con la fionda. La cosa che posso garantire è che abbiamo 1.000 persone in scuderia che vogliono vincere. In Ferrari tutti vogliono vincere.

Per quanto riguarda i mercati, li prevediamo in aumento ad una cifra sola %.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 193 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO