In Russia non potranno guidare transessuali e persone più basse di 1.50 metri

Il provvedimento è stato firmato dal Primo Ministro, Dmitry Medvedev, che vuole migliorare in tal modo le condizioni di sicurezza lungo le strade della Federazione.

2015_dimitry_medvedev

Il Primo Ministro russo ha firmato lo scorso 29 dicembre una legge dal contenuto allarmante, con la quale vengono puniti i transessuali, i travestiti e tutte le persone che in Russia sono considerate affette da disturbi di natura sessuale o mentale. A loro sarà proibito guidare. Lo scrive USA Today, citando quanto riportato giovedì da un sito russo.

Dmitry Medvedev ed il suo staff vogliono rendere in questo modo “le strade più sicure ed introducono gravissime limitazioni alle persone “con disordini legati all’identità di genere, con disordini in materia di preferenze sessuali e con disordini di natura psicologica o comportamentale”. La lista di soggetti colpiti è assai profonda: non potranno più usare l’automobile i travestiti, i transessuali, le persone affette da cleptomania e chi ha subito una condanna per pedofilia o per atti di voyeurismo, feticismo ed esibizionismo. Nel mirino anche i giocatori d'azzardo, chi soffre di schizofrenia e le persone affette da problemi legati allo stress.

Il sito DW rivela che il divieto è esteso alle persone di altezza inferiore ad 1.50 metri! Il Governo russo prova in questo modo a diminuire il numero di vittime sulle strade, che nella Federazione è particolarmente elevato: lo scorso anno sono stati ben 28.000 i decessi collegabili ad incidenti stradali, per un tasso medio equivalente a 55 decessi ogni 100.000 veicoli. Negli Stati Uniti la statistica è pari a 13.6 vittime ogni 100.000 automobili, ed il numero totale ammonta a ‘soli’ 8.000 morti. La decisione assunta da Medvedev ha ovviamente suscitato aspre polemiche e non contribuisce certo a distendere i rapporti con la comunità LBGT, come hanno già scritto gli amici di queerblog.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 85 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO