Ritrovati venti dei trofei sottratti a Red Bull

I trofei erano stati gettati in un lago. Molti sono ammaccati o seriamente danneggiati, tanto che la loro identificazione non è possibile senza l'aiuto di Red Bull.

Rubati tutti i trofei vinti da Red Bull

Le autorità hanno ritrovato sul fondale del lago Horseshoe venti dei sessantaquattro trofei rubati sabato 6 dicembre presso il centro Red Bull di Tilbrook, situato nelle vicinanze di Milton Keynes (dove ha sede la scuderia). La notizia è stata confermata dalla Polizia di Thames Valley. Un agente della polizia investigativa ha spiegato al Daily Mail che l’esame degli oggetti ritrovati sarà effettuato insieme a Red Bull, dal momento che un buon numero sono danneggiati.

E’ una buona notizia – commenta Chris Horner, numero uno della scuderia –. Il valore intrinseco dei trofei è elevatissimo, a differenza del valore materiale. Le condizioni in cui sono stati ritrovati dimostrano che i ladri avevano intenzione di venderli”. “Fortunatamente potremo riaverli indietro. Metteremo in esposizione ulteriori repliche di quelli ancora mancati” conclude il manager inglese. L’effrazione all’interno dell’edificio è stata compiuta per mezzo di un grosso fuoristrada grigio, che i malviventi hanno lanciato contro la vetrata d’ingresso all’1.30 circa del 6 dicembre.

La banda di malviventi sembra fosse composta da sei elementi, nessuno dei quali è stato al momento arrestato. Nella struttura non si trovavano i trofei consegnati al pilota ed alla scuderia vincitrici del campionato, affidati a Mercedes. Le autorità hanno pensato fin dai primi istanti che i trofei – copie in argento di quelli originali – potessero venir fusi o rivenduti.

Red Bull: rubati i trofei dal centro di Tilbrook

Rubati tutti i trofei vinti da Red Bull

Una banda di malviventi si è introdotta questa notte all’interno del centro Red Bull di Bradbourne Drive, a Tilbrook (Inghilterra), portando via le sessantaquattro repliche dei trofei vinti nelle dieci stagioni in cui il team è nel circus. La notizia è stata confermata dal team per mezzo di un tweet. Chris Horner, team principal, ha ammesso di sentirsi ‘devastato’ ed ha confessato che ‘erano serviti anni e duro lavoro per accumulare’ tutti i trofei.

L’edificio in cui si è verificato il furto si trova a poca distanza da Milton Keynes, dove ha sede il reparto tecnico della scuderia. La BBC rivela che i ladri hanno messo in pratica la tecnica della spaccata, penetrando all’interno dello stabile con un grosso fuoristrada di colore grigio. La Polizia è stata chiamata alle 1.30. La banda di malviventi sembra fosse composta da sei elementi, ma questo particolare dev’essere ancora confermato. Nella struttura non si trovavano i trofei consegnati al pilota ed alla scuderia vincitrici del campionato, affidati a Mercedes. Helmut Marko, ex pilota e consulente del team, ha dichiarato a Sport Bild.

E’ stata una fortuna che nessuno dei nostri addetti è rimasto ferito. Un agente della sicurezza era dall’altra parte dell’edificio quando tutto ciò è successo. Abbiamo il sospetto che la banda scioglierà i nostri trofei ora, visto che il prezzo dell’argento è davvero molto elevato. Solo così potranno sfruttarlo, non avrebbero altro modo di venderlo e questo è fin troppo evidente Ma il valore dei trofei è comunque basso, perché gran parte di essi erano repliche



Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 73 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO