A Torino aumentano le multe, a fine anno saranno oltre 800.000

Triplicate quelle da autovelox ma diminuite quelle da ingresso in ZTL, secondo le previsioni dovrebbero essere in totale 50.000 in più dell'anno scorso.

centroTorino

L'amministrazione torinese sta lavorando alacremente per incrementare ordine e sicurezza nella città della Mole, aumentando la presenza dei civich nelle strade. Questo si sta traducendo anche in una crescita dei proventi derivanti dalle contravvenzioni. Gli ingressi accertati di transito nelle zone a traffico limitato negli orari non consentiti sono tuttavia leggermente diminuiti: dai 171.000 rilevati nel 2013 ai 136.000 nell'anno in corso, complici anche la maggior quantità di agenti in servizio che di tanto in tanto avvertono gli automobilisti e anche l'installazione dei pannelli luminosi che rendono maggiormente comprensibili le modalità di accesso alla varie strade. Le multe da divieto di sosta stanno invece riprendendo il largo: nel 2012 erano 248.000, scese a 213.000 nel 2013 ora tornano a crescere con un + 9.38% rispetto all'anno passato.

Scendono le multe elevate dagli ausiliari del traffico, che si fermano a 181.000. Nel computo totale c'è da considerare la recente introduzione dell'autovelox in corso Unità d'Italia, che si va a sommare a quello già presente in corso Regina Margherita. I rilevatori di velocità hanno inciso per 36.000 multe nel 2012, 72.000 nel 2013 e 91.000 nel 2014, vedendo praticamente un aumento del 300%. La soglia delle 800.000 multe complessive non sembra affatto irrealistica per la fine del 2014, un obiettivo acclarato da parte dell'amministrazione comunale, anche se siamo lontani dai tempi "d'oro" in cui si era arrivati anche a un milione: una dichiarazione di intenti che ancora una volta sembra andare in direzione del "fare cassa" con le multe più che vederle come uno strumento di mantenimento dell'ordine pubblico e della sicurezza della circolazione.

La nota positiva è però che la giunta ha approvato un piano di reinvestimento del 65% dei 28 milioni di euro incassati nel 2014, di cui 1,4 provenienti da autovelox: tra le operazioni in cantiere vi sono il miglioramento dei semafori, la manutenzione della pavimentazione stradale, gli interventi per la viabilità invernale, l'illuminazione pubblica e il trasporto pubblico per le scuole.

Foto | Frédérique Voisin-Demery

  • shares
  • +1
  • Mail