Citroen C4 Cactus 1.6 e-HDi 90 ETG6 Shine Edition: la prova su strada

(continua da pagina 1 )

Citroen C4 Cactus: su strada

Citroen C4 Cactus

Per certi aspetti accomodarsi nella “panchetta di guida” della C4 Cactus con trasmissione automatica fa venire in mente le auto americane con cambio sul piantone. I sedili sono morbidi e comodi ma manca la regolazione del volante in profondità. Funzionale ed ergonomico il ponte di comando, tutto raccolto nel touch-screen da 7 pollici. Buona la climatizzazione monozona: è rapida ed abbastanza silenziosa ma non prevede le bocchette di aerazione per chi viaggia dietro. Ad alzare il tiro è la qualità percepita: nonostante la plastiche rigide di plancia e pannelli portiera, l’impressione generale è più che buona anche grazie a qualche “tocco stiloso” della componentistica di plancia e portiere. Non male anche l’abitabilità: in 4 si viaggia comodi con spazio più che sufficiente per le gambe. Regolare il vano di carico, espandibile grazie al divanetto posteriore dotato di schienale reclinabile (non frazionato).

La C4 Cactus è un’auto che ama viaggiare in maniera rilassata, prediligendo il comfort alle prestazioni velocistiche. Una caratteristica che emerge evidente già alla prima curva presa in allegria: l’assetto è parecchio morbido, tanto da generare qualche fenomeno di sovrasterzo in inserimento, tenuto sotto controllo da un ESP che funziona piuttosto bene. La guida è comunque resa piacevole da uno sterzo abbastanza pronto e progressivo, nonostante non sia molto comunicativo in termini di feedback e nemmeno troppo preciso ai piccoli angoli. Buona la silenziosità di marcia ed elevata la capacità di assorbimento delle sospensioni, specie nella marcia autostradale.

Il motore, nonostante la potenza massima non impressionante, muove senza incertezze la vettura grazie alla massa contenuta dell’auto: il merito in parte va all’adozione della “piattaforma 1”, più leggera ed economica rispetto alla nuova base costruttiva “Emp2” del gruppo PSA (la stessa della Peugeot 308). Finche si procede in rilassatezza l’accoppiata del 4 cilindri diesel con la trasmissione automatica funziona in maniera adeguata; ma se si va di fretta emergono tutti i limiti di questo automatico, troppo lento e poco reattivo per assecondare qualsiasi tipo di velleità sportiva; anche usando le levette di cambiata al volante la situazione rimane insoddisfacente. Buono invece il sistema frenante che conserva pure una certa resistenza all’affaticamento.

Da un punto di vista velocistico la C4 Cactus 1.6 e-HDi non fa miracoli: il classico 0-100 km/h non impressiona e la velocità massima è nell’ordine dei 170 orari, raggiungibili dopo un lancio piuttosto lungo. Anche in questo caso parte della colpa è da imputarsi al robotizzato a 6 marce. Non male invece la ripresa, grazie alla generosa coppia motrice. Meglio quindi procedere con tranquillità e far lavorare la trasmissione al fine di contenere i consumi: sotto questo punto di vista la C4 ripaga ampiamente le aspettative, assicurando percorrenze molto interessanti: il merito è sempre della massa contenuta. In città si arrivano a sfiorare i 18 km/litro (grazie anche allo start&stop), mentre in statale i 21 al litro si raggiungono con facilità. In autostrada, dove l’aerodinamica non eccelsa della C4 Cactus influisce sul risultato, siamo sui 15km/litro.

Citroen C4 Cactus: la tecnologia


Vuole essere una vettura economicamente accessibile, ma la C4 Cactus si caratterizza anche per un bagaglio tecnologico di alto livello per quanto concerne l’architettura costruttiva e la sicurezza. Rispetto alla C4 berlina la Cactus è più leggera di circa 200 kg di peso, in parte ottenuti grazie alle ottimizzazioni effettuate sulla piattaforma di partenza ed attraverso scelte mirate all’alleggerimento complessivo, come il cofano in alluminio, i vetri posteriori con apertura a compasso (-11 kg) ed i sedile posteriore ribaltabili monoblocco (-6 kg). Questo risparmio di peso permette di offrire una versione benzina a meno di 100g di CO2/km ed una versione diesel da 89g di CO2/km, che si traducono in un consumo dichiarato di 3,4 l/100 km.

Da segnalare anche la presenza dell’Airbag passeggero integrato nel padiglione "Airbag in Roof": si tratta di un’esclusiva mondiale, concepita per offrire maggiore spazio e volume di carico a chi siede accanto al guidatore. Ma il vero protagonista è il sistema di gestione di infotainment e clima, integrato in uno schermo Touch Pad 7”, di serie, abbinato a 7 pulsanti a sfioramento: consente di accedere a tutte le principali funzioni dell’auto (secondo le versioni), fra cui radio, navigazione satellitare, sistemi di assistenza alla guida (telecamera di retromarcia, Park Assist, limitatore/regolatore di velocità programmabile), telefono (funzione vivavoce tramite connessione Bluetooth, accesso alla rubrica, visualizzazione delle foto profilo e avviso di chiamata) ed al “Citroen Multicity Connect”, i servizi di connettività disponibili tramite connessione 3G.

Presente anche il sistema Park Assist che aiuta nella ricerca del parcheggio, ed effettua una manovra automatica dopo averlo individuato: al conducente non resta che gestire acceleratore e freno mentre la telecamera di retromarcia mostra le immagini sullo schermo Touch Pad 7”. Da segnalare anche i tergicristalli "Magic Wash": i diffusori del liquido lavacristalli sono integrati nelle estremità delle spazzole tergicristallo, in modo da erogare solo un sottile strato di detergente, la metà rispetto a un sistema tradizionale.

Citroen C4 Cactus

Citroen C4 Cactus: gli Airbump

Componenti dal forte impatto visivo e funzionale sono gli Airbump: si tratta di veri e propri “cuscinetti ad aria” integrati nelle fiancate e nei paraurti. Disponibili in quattro tinte (Nero, Grigio, Cioccolato e Sabbia), rappresentano un elemento di design ma anche un’efficace protezione contro i piccoli danni legati alla guida di tutti i giorni. Il morbido rivestimento realizzato in TPU (poliuretano termoplastico) integra delle piccole capsule d’aria in grado di attutire gli urti. Gli Airbump non richiedono manutenzione e contribuiscono alla riduzione dei costi di riparazione della vettura.

Citroen C4 Cactus

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 27 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO