GoPro ci porta su strada con i tuner giapponesi

GoPro ha realizzato un breve documentario per le strade di Tokyo. Protagonisti sono alcuni tuner, che hanno personalizzato i rispettivi bolidi e li utilizzano regolarmente su strada.

L’azienda statunitense Go Pro ha diffuso qualche giorno il secondo filmato della serie The Adventure of Life, video girati in 4K e strumento con il quale mettere in evidenza le virtù della nuova action cam HERO4. Il primo filmato rappresenta una sorta di introduzione ed è già stato cliccato oltre 17 milioni di volte; serve inoltre per presentare i successivi sei mini-documentari, che verranno caricati su YouTube ogni martedì (a partire dal 4 novembre) e sono intitolati Tomorrowland, Lava Lake, Icerbeg Climb, Wild Mustangs ed Orca Rescue.

La maggior parte sono ambientati nella natura più selvaggia ed incontaminata, mentre il video che pubblichiamo in apertura ha Tokyo quale scenografia. Si intitola Japan Street e fornisce un punto di vista nel merito della cultura di strada giapponese legata al mondo automobilistico. Il video è dedicato ai proprietari di alcune supercar (Porsche Lamborghini su tutte), a quelli che anni fa erano soprannominati b?s?zoku: il termine si traduce letteralmente con ‘tribù della velocità sfrenata’ ed indicava le bande di teppisti che negli anni ’80 e ’90 guidavano i propri bolidi e si macchiavano di reati nelle periferie.

Questo fenomeno sembra ormai svanito e gli appassionati ora si concentrano esclusivamente sull’estetica delle proprie automobili, montando kit carrozzeria decisamente estremi (come nel caso delle Porsche) o installando vistosi impianti a LED e terminali di scarico lancia-fiamme. Uno fra i protagonisti del video è Shinichi Moroboshi, membro della Yakuza e proprietario di una Diablo modificata integralmente, che durante un precedente filmato raccontava di essere rimasto folgorato a 17 anni da una Countach e di aver lavorato seriamente per acquistare una Lamborghini.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: