A Torino un autista di Uber ha investito 4 taxisti

(continua da pagina 2 )


Uber: via alle auto collettive


Uber_3

Uber – Nonostante le proteste, gli scioperi e le grandi polemiche con i tassisti, il servizio Uber prosegue la sua espansione. Mentre è in programma a breve il lancio anche in nuove piazze italiane, con l’espansione nell’Italia meridionale entro la fine del 2015, sono in arrivo anche nel nostro Paese altri nuovi servizi: in particolare verrà attivato Uber Pool, la possibilità di ‘raccogliere’ altri passeggeri durante il percorso.

L’auto di Uber potrà essere rintracciata direttamente tramite l’App e consentirà una riduzione della spesa, dividendo il tragitto comune per i passeggeri. Inoltre, prossimamente, sarà disponibile anche UberEATS: si tratta di un servizio per la consegna rapida del cibo, da parte di uno dei ristoranti convenzionati con i quali Uber ha raggiunto un accordo di collaborazione. Il servizio è già attivo in Europa nella città di Barcellona.

Nel frattempo, secondo quanto riportato dal quotidiano Il Foglio, Uber ha presentato ricorso all’Unione Europea contro la Francia. Il paese transalpino, infatti, con una legge entrata in vigore lo scorso 1 gennaio, impedisce di diventare autisti Uber tramite il servizio UberPop. Secondo la società, questa legge contiene delle condizioni “non in linea con il diritto europeo in termini di libertà d’impresa”. La battaglia continua.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail