Percorre 25 chilometri in contromano sulla Milano-Genova. "Venivo dalla Puglia, ero stanco"

Un automobilista proveniente dalla Puglia e diretto in Svizzera viene colto dalla stanchezza nei pressi di Alessandria. Si ferma a riposare? No, tutt'altro: decide di percorrere 25 chilometri in contromano.

polizia_stradale_contromano

Domenica notte la Polizia Stradale ha organizzato un vero e proprio blitz per fermare l’automobile guidata da un 30enne kosovaro, che aveva percorso 25 chilometri in contromano sull’autostrada Genova-Milano (A7). L’uomo – come scrive La Repubblica – non era ubriaco né sotto l’effetto di stupefacenti, ma guidava letteralmente sopraffatto dalla stanchezza: era partito da Brindisi e doveva recarsi fino in Svizzera per trasportare materiale da falegnameria, dopo aver percorso difilato 1.200 chilometri.

Leggi anche: nel 2008 un pensionato viaggiò contromano per 120 chilometri

La sua automobile è stata fermata nei pressi del casello di Serravalle Scrivia, in provincia di Alessandria. Gli agenti hanno ricevuto numerose chiamate da automobilisti terrorizzati, che denunciavano la presenza di una vettura in senso opposto; dopo qualche minuto sono intervenuti ed hanno messo di traverso un autoarticolato, bloccando così la folle corsa del 30enne. L’uomo è stato punito con una multa, con il sequestro della patente ai fini della revoca e con il fermo dell'auto per tre mesi. Solo dopo hanno scoperto che l’autotrasportatore aveva imboccato l’autostrada contromano nei pressi dell'area di servizio di Ronco Scrivia (Alessandria), a circa 25 chilometri dal luogo in cui sarebbe poi stato fermato.

Già nel dicembre 2013 un automobilista venne fermato sull’A7 dopo aver guidato a lungo contromano. Anche in quell’occasione il conducente – un 63enne tunisino, proveniente dal Belgio – ammise di aver commesso l’imprudenza perché stanco di guidare.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: