GP Belgio F1: sull'Eau Rouge con le monoposto dal 1991 al 2013

Con le nuove monoposto sarà più difficile percorrere l'Eau Rouge a gas spalancato. La constatazione di Kimi Raikkonen ci obbliga a guardare il filmato con gli occhi gonfi di nostalgia.

L’Eau Rouge è una fra le curve più note e simboliche che i piloti di Formula 1 si trovano ogni anno ad affrontare. Deve il suo nome all’omonimo fiume, lungo circa 15 chilometri, che scorre nei pressi del circuito belga di Spa-Francorchamps e che ospita una serie di pietre colorate di rosso. Il suo fascino deriva dal rapidissimo discesa-salita-destra-sinistra, che proietta verso la Raidillon e sul rettilineo del Kemmel.

Approfondisci: gli orari e la programmazione TV del GP del Belgio

L’Eau Rouge misura 240 metri e vanta un dislivello di 24 metri. Fino allo scorso anno poteva essere affrontata a gas spalancato e su velocità prossime i 300 km/h, ma questa prospettiva sembra non replicabile dalle nuove monoposto. Lo ha confessato Kimi Raikkonen, quattro volte vincitore sul circuito belga, secondo cui

Spa è probabilmente la mia pista preferita, perché è un circuito vecchio stile con salite e discese dentro il bosco ed è veloce e scorrevole. Di solito offre anche un bello spettacolo per gli spettatori. Come pilota puoi fare la differenza in ogni parte della pista, anche se si tratta di una combinazione di fattori. Al tornantino puoi guadagnare o perdere molto e c’è bisogno di una buona velocità di uscita per affrontare il lungo rettilineo, che include anche la esse in salita di Eau Rouge: nelle ultime stagioni è stato possibile affrontare questa curva in pieno senza troppa fatica, ma quest’anno con le nuove vetture potrebbe non essere la stessa cosa

Il timore di Raikkonen ci obbliga a gustare il video in apertura con maggior attenzione e dispiacere. E’ una raccolta di ventitre passaggi, uno per campionato, a bordo di tutte le monoposto che sono sfrecciate sull’Eau Rouge dal 1991 al 2013. Alzate il volume dell’impianto audio e perdetevi nel mare della nostalgia.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: