Targa System: gli inventori ci raccontano com'è nato, come funziona e chi lo utilizza

Mario Gentilin ci parla del "suo" Targa System , l'interessante strumento al servizio delle forze dell'ordine.

Targa System: funzionamento del software

Tutte le news con protagonista il Targa System, pubblicate finora, hanno riscosso un notevole interesse. Come oramai tutti voi ben saprete si tratta di un efficace strumento, per contrastare alcune infrazioni al codice della strada, al servizio delle forze dell’ordine. Considerata l’importante funzione che svolge abbiamo deciso di farci raccontare la sua storia, dall’ideazione al funzionamento, direttamente da un rappresentate della società produttrice.

L’Amministratore & Product Manager della Game Club srl, Mario Gentilin, spiega che:

“Il Targa System è nato in seguito alla decisione del ministero di dematerializzare i tagliandi assicurativi, che a breve non verranno più esposti sui veicoli. (dovrebbe essere a marzo 2015)
Per questo motivo è nato il bisogno da parte delle forze dell'ordine, di un sistema che permettesse di riconoscere, in modo alternativo al tagliando, i veicoli non in regola.

La nostra ditta, a dispetto del nome (inizialmente scrivevamo software per videogame), opera da 10 anni nel campo della videosorveglianza, offrendo servizi in diversi enti locali. Percependo questo bisogno da parte dei comandi di polizia municipale, ci siamo subito messi all'opera per realizzare un sistema SEMPLICE ed EFFICACE da dare in uso proprio alle forze dell'ordine, per poter assolvere a questo nuovo bisogno.”

L’attenzione si sposta poi sull’utilizzo e il funzionamento del software:

“Dopo aver preso contatti con il ministero e la motorizzazione, abbiamo ottenuto accesso ai database ministeriali. Abbiamo scritto un software che estrae un numero di targa da un flusso video di una telecamera e interroga i sopracitati database. Nel giro di due secondi circa riusciamo a ottenere la risposta, sullo stato assicurativo e revisione, associati a quella targa. E' inoltre possibile verificare se l'auto è sottoposta o meno a fermo amministrativo o risulti rubata. In caso di auto non in regola, quindi, il sistema avvisa gli agenti che provvedono immediatamente a fermare il veicolo.

La telecamera legge targhe italiane e straniere su veicoli che transitano a velocita' anche superiori ai 150 km/h. La lettura avviene di notte e di giorno indifferentemente.

I corpi di polizia locale già dotati sono circa 30 e supereremo i 100 entro fine anno.
Oltre alla versione mobile (quella di cui parlano tutti), il software può essere installato anche su telecamere di videosorveglianza fisse. Molte città stanno già adottando questo sistema integrandolo al proprio sistema di videosorveglianza, nel tentativo di 'ripulire' completamente le strade da questi "pericolosi" veicoli NON assicurati, vere e proprie mine vaganti.

Abbiamo preso contatti anche con i ministeri rumeni e bulgari per poter accedere ai loro database, al fine di poter verificare eventuali infrazioni.”

Il discorso del dottor Gentilin si conclude con un appunto sulla privacy:

“Molte cose sono state scritte su vari articoli usciti in questi giorni, molte inesatte. Abbiamo chiesto e ottenuto ovviamente informazioni dal garante per la privacy prima di commercializzare il prodotto.

Non esiste nessuna violazione rispetto alle norme esistenti: l’associazione delle immagini non avviene con dati biometrici o sensibili e pertanto non creano pregiudizio agli interessati che vengono sanzionati."

A Legnano debutta il Targa System, contro la piaga delle auto non assicurate

targa_system

*La Polizia Locale di Legnano ha un'arma in più per scovare gli automobilisti "furbetti" che circolano tranquillamente, seppur non in regola, credendo di farla franca. Stiamo parlando del Targa System ovvero uno strumento -a prima vista si può erroneamente scambiare per un autovelox mobile- in grado di verificare la regolarità dell'assicurazione e l'avvenuta revisione della vettura.

Il funzionamento è molto semplice: la telecamera posizionata a lato della strada immortala l’immagine del veicolo che transita e, automaticamente, la invia a un apposito PC collegato. Successivamente il software memorizza l’immagine e, a sua volta, invia la targa ai database collegati (Motorizzazione civile e Pubblico registro automobilistico). In caso di irregolarità viene evidenziata un'anomalia. Di conseguenza il personale addetto segnala alla pattuglia posta a valle quale veicolo fermare e il tipo di segnalazione indicata dal sistema.

Numerosi enti locali hanno già adottato il Targa System, ottenendo dei risultati notevoli. In tal proposito vi ricordiamo che gli agenti di Ciampino, nel mese di agosto, hanno controllato 600 veicoli in due ore e ne hanno multati 36 per circolazione con assicurazione scaduta e 48 per revisione scaduta.

*9 ottobre 2014

I Vigili Urbani di Ciampino usano il Targa System

Ieri* i Vigili Urbani di Ciampino (Roma) hanno utilizzato per la prima volta uno strumento già nella disponibilità di altri Corpi locali, utile per controllare quali automobili siano rubate, senza assicurazione o con la revisione scaduta. Si chiama Targa System, è prodotto dalla Game Club srl di Grancona (Vicenza) ed è distribuito dalla GA Europa Azzaroni.

Il Targa System controlla parametri quali la revisione, la scadenza dell’assicurazione, il furto, l’inserimento in eventuali black list ed il fermo amministrativo. L’azienda produttrice ritiene che l’apparecchio sia utile per garantire la tutela dei cittadini, per ottimizzare l’impiego delle pattuglie sul territorio (i veicoli non sono più fermati a caso) e per garantire una maggior efficacia dei controlli, anche in virtù dell’estrema flessibilità: il Targa System può funzionare di giorno, di notte, con pioggia ed in situazioni di scarsa visibilità.

L’efficacia è provata dagli allarmanti numeri diffusi dai vari corpi di Polizia Locale. Gli agenti di Ciampino hanno controllato 600 veicoli in due ore e ne hanno multati 36 per circolazione con assicurazione scaduta e 48 per revisione scaduta, martedì 1 luglio a Verona sono stati sequestrati 11 veicoli privi di copertura assicurativa e nelle scorse settimane i Vigili di Bra (Torino) hanno posto i sigilli a 10 veicoli anch’essi sprovvisti di assicurazione.

L’utilizzo del Targa System è all’origine di una polemica scoppiata fra il Corpo di Polizia Locale di Roma ed il sindacato Sulpl. Il suo segretario, Stefano Giannini, ha sottolineato come

Già da mesi abbiamo fatto sapere al nostro comando che altre realtà si erano dotate di questo strumento. Il Targa System consente di intervenire e sanzionare immediatamente coloro i quali circolano anche senza assicurazione che, in caso di incidente, comporta mancati risarcimenti dei danni anche fisici per chi li subisce. Si è preferito invece puntare forte sugli autovelox testimoniando ancora una volta che le esigenze sembrano essere più di cassa che altro

*19 agosto 2014

  • shares
  • +1
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: