Esenzione bollo auto: chi ne ha diritto

Non tutti devono pagare il bollo auto. Ecco chi ne ha diritto e cosa fare per avere l'esenzione.

esenzione bollo

Il bollo auto è una delle tasse più odiate, forse è nella top 3 dei balzelli statali più antipatici e fastidiosi. Ma ci sono alcune categorie di veicoli che ne sono esenti. Scopriamo quali e come si fa ad avere l'esenzione dal bollo auto.

Esenzione bollo auto: chi ne ha diritto


bollo esenzione diritto

Sono diverse le categorie di auto che possono richiedere l'esenzione dal bollo auto. Esse sono:
veicoli utilizzati per il trasporto dei disabili
vetture con alimentazione a metano o GPL (che hanno diritto ad una riduzione sull’importo totale da versare)
vetture elettriche a emissioni zero
vetture storiche

Esenzione bollo auto per disabili


bollo disabili

Chi ha una disabilità può richiedere l'esenzione dal bollo, anche se essa riguarda alcune specifiche disabilità: ciechi e sordomuti, handicap psichico con indennità d'accompagnamento, disabili con gravi limitazioni della capacità di deambulazione, disabili con ridotte capacità motorie. Per i veicoli adibiti al trasporto promiscuo occorre che la cilindrata non superi i 2.000 cc (se benzina) o i 2.800 cc (se diesel). L’esenzione è valida sia se il veicolo è intestato alla persona disabile, sia se è intestato a un familiare che abbia fiscalmente a carico il disabile stesso.

Come fare per ottenerlo
Chi ha diritto ad ottenere l’esenzione del bollo per disabilità è tenuto a presentare, entro i 90 giorni dalla scadenza del termine per il pagamento, un modulo di richiesta all’Ufficio Tributi della Regione di appartenenza. Per la richiesta servono alcuni documenti:
Non vedenti e sordomuti, certificato di invalidità rilasciato da una commissione medica pubblica
portatori di handicap psichico o mentale, verbale rilasciato dalla Commissione medica competente
disabili con gravi limitazioni della deambulazione, verbale rilasciato dalla Commissione medica dell’ASL
disabili con ridotte capacità motorie, certificato di invalidità rilasciato dalla Commissione medica dell’ASL di appartenenza o da altra Commissioni mediche pubbliche, copia della patente di guida speciale e fotocopia della carta di circolazione.

Leggi anche: Punti patente, come sapere quanti ne hai e come recuperarli

Esenzione bollo auto GPL/metano


bollo metano

Le auto alimentate esclusivamente a gas (GPL o metano) hanno una riduzione del 75% sulla tassa di proprietà, con eccezioni in Lombardia (esenzione totale per alimentazione a gas) e Piemonte (esenzione totale per tutte le autovetture omologate a gas).

Esenzione bollo auto elettriche


bollo elettriche

Tutti i veicoli elettrici non sono tenuti al pagamento della tassa di proprietà automobilistica per i primi 5 anni successivi all’immatricolazione. A partire dal 6° anno è prevista una riduzione del 75%, ma in alcune Regioni (come Lombardia e Piemonte) l’esenzione resta totale anche per gli anni successivi.

Esenzione bollo auto storiche e d’epoca


bollo storiche

Nel caso delle auto storiche per poter accedere all’esenzione è sufficiente la data della prima immatricolazione presente sul libretto. Per queste vetture è necessario pagare un contributo annuo che varia da una Regione all’atra e oscilla tra i 25,82 € e i 30,00 €.

  • shares
  • Mail