Sprint Car: il video dell'incidente fra Kevin Ward jr e Tony Stewart

Ward jr perde la testa dopo un normale incidente di gara: si slaccia le cinture, entra in pista ed indica il pilota che a suo dire lo aveva mandato fuori pista, ma viene colpito dallo stesso avversario che stava cercando. E' morto poche ore dopo.

Un terribile incidente ha macchiato gara 1 del campionato Sprint Car, organizzata sul circuito statunitense di Canandaigua ed a cui partecipano buggy con motori da oltre 900 CV. Nello schianto ha perso la vita Kevin Ward jr, 20 anni, travolto da Tony Stewart ed immediatamente trasportato al F.F. Thompson Hospital, dove alle 23.15 (ora locale) è stato dichiarato morto. La dinamica dell’incidente è quasi impossibile da accettare.

Al 14° dei 25 giri previsti Ward Jr ingaggia un duello con la vettura di Tony Stewart ed arriva largo alla curva successiva, toccando il muro e bucando una ruota. Il giovane pilota si toglie le cinture e rimane in pista, sentendosi forse tutelato dalle bandiere gialle. Ward jr. a questo punto cerca Stewart e lo indica. Una prima vettura lo schiva, mentre il buggy guidato dall’avversario non riesce ad evitarlo e lo centra in pieno. La gara è stata solo a quel punto interrotta ed i sanitari hanno presentato le cure necessarie al ragazzo, spirato qualche ora più tardi. Lo sceriffo Philip C. Povero ha escluso che Tony Stewart abbia compiuto il gesto con finalità dolose, e lo ha quindi rilasciato dopo l’interrogatorio di rito.

Kevin Ward jr. era nato nel 1994 e debuttò nel mondo delle corse a soli 4 anni, al volante di un kart. Nel 2011 vinse la prima gara del campionato Sprint Car e replicò la stagione successiva, mentre quest’anno era settimo dopo 14 gare. Tony Stewart è invece un vero e proprio idolo dell’automobilismo a stelle e strisce, in virtù del titolo vinto in Indycar (1996-1997) e dei tre allori nelle Nascar.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: