750mc Stock Hatch: quando in pista vale tutto!

Quattro Citroen Saxo si danno battaglia in pista. La gara è solo alle battute iniziali, ma i piloti pare siano all'ultima curva della gara decisiva per vincere il titolo F1...

Il 750 Motor Club risale al 1939 e deve la propria denominazione al motore della Austin 7, equipaggiata con un quattro cilindri in linea da appena 750 cc ed 11 CV. Questi valori sono oggi inadatti persino per uno scooter, ma erano al tempo sufficienti per dare origine ad una disciplina motoristica: furono proprio i titolari del 750 MC a portare in pista la piccola Austin. Da allora il club britannico ha organizzato decine e decine di campionati per vetture diversamente sportive.

IN GRAN BRETAGNA PARTECIPA ALLA CORSA ANCHE UN MEZZO DI SOCCORSO!

Uno di questi è chiamato Stock Hatch. Vi partecipano modelli vicini alla serie, elaborati solo con lo stretto indispensabile, che montano unità da 1.4 litri multivalvole o da 1.6 litri con 2 valvole per cilindro. La trasmissione e l’impianto frenante sono di serie, i pneumatici hanno marca Yokohama (del tipo AO48R) e manca il differenziale. Le vetture più gettonate sono Citroen C1 e Saxo. I piloti sono dilettanti e poco esperti, ragion per cui le gare non sono mai piatte e monocorde.

Esempio è l’appuntamento di Snetterton. Il filmato racconta di una gara piena di contatti e toccatine, di sorpassi al fulmicotone e di un primo giro a dir poco esplosivo: i quattro piloti in testa si ostacolano, vanno su due ruote e danno origine ad un duello che i vertici della Formula 1 avrebbero punito con una squalifica a vita… Queste sono le gare che ci piacciono!

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: