Da Milano a Roma sulla Ford Ecosport

Una prova diversa dal solito: Grazia Sambruna di TvBlog è andata da Milano a Roma per gli Internazionali di Tennis con la nuova Ford Ecosport e ci ha raccontato che...


Cinquecentosettantacinque km: è questa la distanza che separa Milano da Roma e che ho percorso per andare ad assistere agli Internazionali di Tennis. L'aria frizzante del mattino mi ha dato il benvenuto a bordo della nuova Ford EcoSport. Una conoscenza che è iniziata con un'occhiata furtiva: a prima vista, la macchina non mi sembrava molto più grande di una Ford Fiesta. Effettivamente qualcuno mi ha spiegato che senza la ruota di scorta la Ecosport sia più lunga di soli due centimetri rispetto alla Fiesta. Più tardi avrei scoperto che, nonostante le dimensioni compatte, l’EcoSport poteva portarsi a casa senza problemi l’etichetta di Suv.


Il mio programma prevedeva di restare a Roma per due giorni scarsi, quindi non mi ero portata una valigia eccessivamente grande. Prima di parlare del bagagliaio vorrei fare un accenno a ciò che talvolta diventa croce e delizia del design. Il tasto per l'apertura è completamente mimetizzato, le linee non vengono "intaccate" dalla funzionalità e tutto ciò è bellissimo, ma se non mi avessero detto dov'era, starei ancora lì a fissarlo col borsone in mano. Una volta premuto, però, mi sono trovata davanti ad un bagagliaio molto ampio: avrei potuto (e forse anche dovuto) esagerare con gli outfit da portarmi dietro. Ma ormai era troppo tardi per i ripensamenti, non mi restava che partire.


Mi sono seduta sul sedile del passeggero della Ecosport e, nonostante i miei 180 cm di altezza, mi sembrava di stare in poltrona. Una poltrona in pelle nera con cuciture rosse. Lo segnalo perché capita di rado che una macchina non sacrifichi le mie gambe. Soprattutto quando, come quel giorno, decido coraggiosamente di mettermi un paio di scarpe col tacco.


Partita insieme a tre colleghi, non restava che cominciare a guidare verso Roma. Ma, problema di tutti i problemi, in quel momento ci siamo accorti che la nostra Ford EcoSport era dotata di navigatore integrato. E quindi? E quindi niente paura! È bastato sincronizzare il TomTom di uno dei nostri smartphone alla macchina tramite cavetto Usb o Bluetooth ed ecco che la strada si spiegava davanti a noi. Questo escamotage è stato reso possibile dalla funzione AppLink che consente anche di connettersi a Spotify, Hotels.com e Audioteka, come a molte altre app che hanno lo scopo di rendere il viaggio più piacevole senza incappare nel rischio di distrarsi alla guida, soprattutto perché sono attivabili e gestibili tramite comandi vocali.


E la musica è stata la vera protagonista del nostro itinerario che, tra una chiacchierata e l’altra, è stato vivacizzato da tutte le canzoni che conservavamo sui nostri telefoni. Anche in questo caso, è bastato collegarli alla macchina tramite Usb o Bluetooth ed ecco che, grazie alla funzione Ford SYNC, i nostri brani preferiti venivano trasmessi dalle casse dell’auto. A quel punto c’era solo da discutere sull’opportunità di ascoltare Cremonini o i Modà. Io tifavo Cesare ma ha vinto Kekko. Son sconfitte (!).

Il tempo è stato sereno per la maggior parte del nostro percorso ma, alle prime avvisaglie di pioggia, i tergicristalli si sono attivati da soli senza bisogno di azionarli. I colleghi di Autoblog mi hanno detto che si tratta di tecnologie già presenti da tempo; personalmente mi danno comunque la piacevole sensazione che sia l'automobile a prendersi cura di me, e non viceversa.

Da segnalare che siamo quasi riusciti a raggiungere la nostra meta senza dover far tappa dal benzinaio. Questo anche perché la spia della riserva si è accesa un po’ in ritardo, a 18 km dal termine del carburante. Ma niente che non potesse essere risolto da un veloce pit stop. E poco più tardi, finalmente, il Foro Italico di Roma e gli Internazionali di tennis 2014. Ma questa è un'altra, bellissima, storia...


Arrivati alla fine non ci resta che ringraziare quindi la nostra Grazia Sambruna per il suo personalissimo racconto di viaggio. Per chi volesse seguirla, questo è il link a TVBlog mentre l'account twitter è @GraceSomehow. La prova "primo contatto" di Autoblog, con tutte le immagini, i prezzi e la scheda tecnica si trova invece QUI.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: