Lotus 49: va a muro l'esemplare guidato da Jim Clark

Una ruota non avvitata nella maniera dovuta sarebbe all'origine dell'incidente in cui è rimasta coinvolta una Lotus 49 del 1967, monoposto guidata da Jim Clark. Il conducente è rimasto illeso.

Incidente Lotus 49

Gli spettatori del IX Monaco Historic Grand Prix hanno sollevato un coro di disappunto nel vedere l’incidente causato dallo statunitense Chris MacAllister, andato a sbattere alla St. Devote con una monoposto che qualsiasi appassionato gli invidia(va?). MacAllister è infatti il proprietario della Lotus 49 guidata da Jim Clark nel campionato Formula 1 del 1967, di particolare interesse collezionistico anche per aver sancito l’esordio del motore Ford Cosworth DFV.


Quest’ultimo è tutt’oggi ricordato come il più longevo e di successo nella storia della disciplina, in virtù dei 26 anni di permanenza nel circus (1967-1983) e soprattutto delle 155 vittorie, dei 12 titoli piloti e dei 10 titoli costruttori! Il pilota scozzese vinse la gara di debutto (a Zandvoort) ed utilizzò poi quel telaio nella vittoria di Silverstone e negli appuntamenti del Messico e degli Stati Uniti. La monoposto è inoltre la prima ad assegnare al motore una funzione portante.


Il V8 DFV ha cilindrata di 3 litri e sviluppava in origine 400 CV (a 9.000 giri/minuto), valore che aumentò man mano fino a quota 500. Era costruito interamente in alluminio e pesava 163 chili. I tecnici Ford scelsero quale base di partenza il quattro cilindri FVA, destinato alle vetture del campionato Formula 2 ed a sua volta derivato dal motore previsto sulla Lotus Cortina.

Cogliamo l’occasione per ricordarvi che potete inviare notizie, video e fotografie all’indirizzo suggerimenti@autoblog.it, che siano esse di prototipi camuffati o riguardanti – come in questo caso – episodi più divertenti.

  • shares
  • +1
  • Mail