La carta d’identità di un seggiolino auto: l’etichetta di omologazione

Ogni seggiolino auto è prodotto e omologato in conformità alle normative ed è provvisto di un’etichetta di omologazione che ne indica le principali caratteristiche.

chicco1240x700

“Omologazione”: accertamento e riconoscimento ufficiale da parte dell'autorità competente della conformità di un atto, di un fatto o di un oggetto alle regole che lo disciplinano. Così il vocabolario della lingua italiana definisce questo termine; ma dietro l’omologazione di un seggiolino per auto Chicco c’è molto di più: parliamo della sicurezza che salvaguarda il bimbo durante i trasferimenti in automobile; perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo, anche quando si procede a velocità moderate. Ecco perché far viaggiare il proprio bambino su un seggiolino Chicco è un modo per proteggerlo con amore, un concetto che dovrebbe diventare una sana abitudine oltreché un gesto di civiltà.

Ogni seggiolino prodotto e omologato in conformità alle normative è provvisto dell’etichetta di omologazione: quest’ultima, di colore arancione, rappresenta una sorta di carta d’identità del seggiolino auto e indica le sue caratteristiche fondamentali. Un’omologazione contraffatta non assicura gli standard di sicurezza di un seggiolino per bambini: una ragione più che valida per imparare a “leggere” quali sono le sigle e i numeri che garantiscono l’autenticità dell’omologazione.
Ogni seggiolino auto è progettato, omologato e prodotto in funzione del peso del bambino; quest’ultimo è indicato sulla targhetta di omologazione, subito sotto al nome dell’azienda che produce il seggiolino e alla compatibilità con le auto, nel caso dei seggiolini Chicco, universale.

In basso alla fascia di peso in base alla quale è stato concepito il seggiolino, trova posto un codice alfanumerico che indica il Paese in cui è stata rilasciata l’omologazione: per l’Italia è “E3”. Sotto nell’ordine si trovano il numero di omologazione e quello del lotto di produzione. Chiude la targhetta identificativa l’indicazione della normativa di riferimento in base a cui è stato progettato il seggiolino: tutte le aziende che producono seggiolini auto devono rispettare le prescrizioni della Direttiva Europea ECE R44 che definisce i criteri di progettazione, omologazione e produzione. Va ricordato che la procedura d’omologazione da parte di laboratori certificati assicura al consumatore che il seggiolino auto soddisfi i parametri previsti dalla legge.

Iniziativa realizzata in collaborazione con artsana S.p.a.

  • shares
  • +1
  • Mail