Mercedes Intelligent Hybrid: anche l'ibrido diventa smart

Le automobili ibride quasi sempre non riescono ad approfittare delle discese: le affrontano con batterie piene e non riescono quindi ad accumulare nuova energia. L'Intelligent Hybrid sarà utile per evitare tale circostanza.

2014_mercedes_intelligent_hybrid

La tendenza degli oggetti ad assumere caratteristiche smart si ripercuoterà sul funzionamento dei navigatori satellitari. Mercedes ha ad esempio ultimato una prima versione dell’Intelligent Hybrid, piattaforma che studia il tragitto ed imposta il motore ibrido dell’automobile affinché gestisca l’energia nella maniera più opportuna, evitando sprechi o il presentarsi di situazioni che potrebbero essere gestite in maniera più intelligente. E’ la stessa casa tedesca a suggerire un esempio.

L'INTELLIGENT HYBRID NON E'L'UNICA NOVITA' DELLA NUOVA CLASSE C

Molte vetture ibride non sfruttano a dovere le discese. Il motivo? Le batterie possono ad esempio rivelarsi cariche al momento sbagliato, di modo ché sono impossibilitate a stivare ulteriore energia quando l’auto affronta il pendio. Il Mercedes Intelligent Hybrid sopperisce a tale lacuna ed utilizza il motore elettrico prima che inizi la discesa, scaricando così le batterie fino ad una soglia impostata dal cervellone. In tal modo la discesa viene sfruttata per immagazzinare nuova energia.

Cuore del sistema è il nuovo Comand Online, navigatore che interagisce con l’elettronica di bordo e fornisce dati fondamentali sul profilo altimetrico e su eventuali limiti di velocità, puntando il proprio mirino fino ad una distanza di 7 chilometri. L’Intelligent HYBRID è al momento destinato alle Classe C e Classe S e funziona anche a navigatore satellitare spento, calcolando quali siano le probabilità legate ad un eventuale cambio di percorso.

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: