Volkswagen Golf R 400: al salone di Pechino arriva la versione da 400 CV!

La Golf R400 resterà un prototipo ed in quanto tale può concedersi alcune stravaganze, come l'esagerato pacchetto aerodinamico ed i sedili a guscio. Il disegno dei passaruota è ispirato alla G60 Rallye.

Le prime ricostruzioni grafiche della Volkswagen Golf R400

Si chiama Golf R 400 ed è il prototipo che Volkswagen porterà all’esordio durante il salone di Pechino (21-29 aprile). Il marchio tedesco la descrive per il momento come un’evoluzione della già cattivissima e prestazionale Golf R, il cui motore 2.0 TFSI verrà potenziato da 300 fino a ben 400 CV! A tale miglioria corrisponderà poi l’introduzione di un nuovo pacchetto aerodinamico, composto da paraurti maggiorati, prese d’aria più generose, archi passaruota ampliati e cerchi in lega alleggeriti.

LA NOSTRA PROVA SU STRADA DELLA VOLKSWAGEN GOLF R

Gli archi passaruota rappresentano un omaggio alla Golf G60 Rallye, mentre la vernice è denominata Silver Flake e contrasta con il tetto in nero lucido e con le calotte degli specchi laterali in fibra di carbonio. In giallo Lemon sono invece la finitura della mascherina ed alcuni particolari dell’abitacolo, quest’ultimo equipaggiato con particolari di natura racing: i sedili hanno struttura a guscio e le maniglie apri-porta vengono rimpiazzate da nastrini in tessuto.

BUON COMPLEANNO GOLF! IL NOSTRO OMAGGIO ALLA MEDIA TEDESCA

La Volkswagen Golf R 400 adotta il cambio doppia frizione DSG e la trazione integrale 4Motion. Lo 0-100 verrà quindi portato a termine in appena 3.9 secondi (1 secondo meno della R a listino), mentre la velocità massima sarà superiore a 280 km/h. Volkswagen ha già rivelato di non aver alcun programma per la distribuzione in serie.

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: