Jeep: il successo della Wrangler mette in crisi lo stabilimento

Jeep Wrangler Mojave

Il presidente del marchio Jeep Michael Manley ha espresso una lieve preoccupazione. “Le vendite della Wrangler continuano a crescere, crescere e ancora crescere, soprattutto in Europa”. Postilla: questa situazione rischia di essere insostenibile, soprattutto nel medio periodo quando debutterà la versione aggiornata. Infatti lo stabilimento Chrysler di Toledo, nell’Ohio, rischia di non aver la capacità necessaria per tollerare un aumento della produzione: da inizio 2011 le vendite del fuoristrada sono aumentate del 13% a 42.000 veicoli, mentre la produzione è cresciuta del 19% (71.000 veicoli/anno) su un totale annuo di 150.000 vetture.

Questi numeri si rivelano superiori alle aspettative ed esprimono la strategia di rilancio dell’intero gruppo Chrysler, affidata ai muscoli Dodge e in particolare al fascino burbero della Wrangler. Il fuoristrada, come detto, verrà sottoposto ad un restyling più invasivo nel corso del 2012. Debutteranno il nuovo motore V6 Pentastar ed il cambio automatico a cinque rapporti, elementi necessari per diminuire i consumi ed aumentare il piacere di guida.

Via | Toledo Blade

  • shares
  • +1
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina: