Parco Valentino - Salone e Gran Premio: ne vedremo delle belle...

"Parco Valentino – Salone e Gran Premio" dall’11 al 14 giugno prossimo a Torino

parco valentino

Da oggi è ufficiale: “Parco Valentino – Salone e Gran Premio”, inedito festival dell’auto nazionale già annunciato in dicembre al Motor Show di Bologna, si svolgerà a Torino dall’11 al 14 giugno prossimo. Lungo i viali dello splendido parco torinese, con ingresso libero dalle 10 a mezzanotte, 100 piattaforme ospiteranno altrettante automobili di 30 marche ognuna delle quali dovrà scegliere non più di quattro modelli della propria gamma senza eccezioni o privilegi...

In più, 50 vetture da competizione parteciperanno alla parata di 3 chilometri attraverso la città fino a Piazza San Carlo, battezzata “Gran Premio Parco del Valentino” in programma domenica 14 giugno in omaggio alle gare del vero Gran Premio degli anni ’35-’55. Infine altre 500 auto si muoveranno lungo 18 chilometri fino all’altro storico parco di Venaria Reale. Uno Show statico e “live” allo stesso tempo con la ragionevole speranza, visto il mese di svolgimento, che sia bel tempo o quanto meno non piova.

Questo in estrema sintesi il nuovo show motoristico alla vigilia del suo debutto in società con la benedizione e partecipazione dei mitici nomi, tutti torinesi, della carrozzeria italiana a cominciare dalla Pininfarina che festeggerà i suoi 85 anni di storia.

Sarà in Italia l’evento dell’anno automotive” ha detto oggi senza mezzi termini Andrea Levy, nel corso della conferenza stampa di presentazione ufficiale a Roma presso la sede centrale dell’Aci. E’ lui il protagonista e l’animatore dell’inedita kermesse inserita un anno fa nell’agenda di “Torino Capitale Europea dello sport” e fortemente sostenuta dalle istituzioni locali che condividono con Levy l’aspirazione di restituire alla ex capitale dell’auto italiana almeno una parte del ruolo che la città aveva avuto con il suo Salone proprio al Valentino dal 1900 al 1984 e poi al Lingotto fino al 2002 quando le Case automobilistiche decisero in blocco di rinunciare.

Operatore della comunicazione e del turismo con un solido curriculum di imprenditore, torinese, 43 anni e grande appassionato dell’auto, Levy ha fondato nel 2013 il Comitato Parco Valentino, un anno fa ha ottenuto i necessari permessi ed ora è pronto alla “sfida”, come la definisce lui stesso, sicuro di vincerla portando almeno 300.000 visitatori in una città completamente coinvolta nell’evento.

La maggiore novità, di fatto, è lo svolgimento sempre all’aperto e non in uno spazio espositivo al chiuso prendendo spunto addirittura dal celebre evento annuale di Goodwood. Insomma non sarà affatto un “salone” malgrado lo slogan audace quanto rischioso, “Torna il Salone dell’auto a Torino”, scelto per la campagna pubblicitaria. Il richiamo al concetto di “salone” sembra davvero irresistibile per qualsiasi organizzatore vecchio del mestiere o debuttante come Levy, quasi fosse un viatico di successo malgrado il deciso rifiuto degli stessi costruttori a riconoscere quella denominazione al di fuori del circuito istituzionale. E, naturalmente, non sarà neppure un Gran Premio ma un rumoroso tributo alla storia del Valentino e dei tempi eroici di Ascari, Villoresi, Taruffi, Fangio, Moss e tanti altri.

E’ una proposta nuova al suo primo giro di pista ma, almeno sulla carta, ce n’è abbastanza per immaginare una bella festa dell’auto. E forse questa volta le autorità torinesi cercheranno di non farla sfigurare.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 615 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO