DR: lanciata una nuova offerta per Termini Imerese

DR 1 Elettrica, Citywagon e DR3: presentate al Motor Show di Bologna 2010

Arrivata in ritardo sulla scadenza di fine gennaio, la DR prova un nuovo assalto alla fabbrica di Termini Imerese: la casa di Macchia d'Isernia ha presentato nei giorni scorsi un progetto per rilevarla, sottoponendolo all'attenzione di Raffaele Lombardo, Presidente della Regione Sicilia, prima di metterlo all'esame di Invitalia, l'advisor che curerà il passaggio di consegne da Fiat alla nuova proprietà.

Come sottolinea Quattroruote, l'offerta DR "è l'unica che presuppone l'acquisizione totale dello stabilimento e che conserverebbe l'attuale assetto produttivo". La casa molisana ha intenzione di produrre quattro modelli a Termini Imerese: le nuove DR2, DR3 e DR4, oltre al restyling della DR5. Quest'ultima continuerebbe inoltre ad essere prodotta anche a Macchia d'Isernia, insieme alle DR1, alla DR2 e alla supercar V8 che da tempo rappresenta il sogno proibito di Di Risio.

Secondo le previsioni di DR, la produzione a Termini Imerese dovrebbe raggiungere le 60.000 unità all'anno, andando così a sfruttare completamente i reparti di lastratura, verniciatura e assemblaggio dello stabilimento siciliano.

  • shares
  • +1
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: