Fiat: al 51% di Chrysler già nel 2011, ancora critica la situazione Mirafiori

sergio_marchionne-1

Fiat potrebbe salire al 51% di Chrysler già nel corso del 2011, come confermato in una intervista a Reuters dallo stesso Sergio Marchionne: "Se Chrysler andrà in borsa nel 2011 dovremo pensare a una accelerazione dell'opzione". L'accordo iniziale prevedeva infatti questa possibilità tra il 2013 ed il 2016, una volta pagato l'intero debito con il governo Americano. Marchionne vede comunque questa possibilità come "possibile ma non probabile".

Allo stesso tempo, Fiat ha debuttato questa mattina in borsa con il nuovo doppio titolo Fiat Industrial e Fiat Spa, ma tutta l'attenzione è spostata sulla delicata situazione di Mirafiori, in attesa dell'esito del referendum dei lavoratori. "Se vince il no con il 51%, la Fiat non farà l’investimento" ha dichiarato Marchionne a Repubblica, aggiungendo anche che "La Fiat è capace di produrre vetture con o senza la Fiom. La condizione dell’accordo è garantire la governabilità dello stabilimento. Se andiamo a impedire la governabilità avremo dei problemi: l’accordo verrà preso con la maggioranza dei sindacati".

  • shares
  • +1
  • Mail
54 commenti Aggiorna
Ordina: