Audi A1: vendite sotto tono a causa del prezzo alto?

Audi A1: nuove foto ufficiali

Secondo quanto riportato da "Automobilwoche", le vendite dell'Audi A1 sarebbero inferiori alle aspettative, a causa del prezzo di listino troppo alto che allontanerebbe il target designato per quest'auto, ovvero la clientela giovane. Infatti, l'età media dei clienti dell'A1 è piuttosto avanzata, ovvero superiore ai 55 anni, considerati tra l'altro gli unici che possono acquistare una vettura di segmento B premium che, in Italia, parte dal prezzo base di 16.800 euro. Inoltre, la rivista tedesca sottolinea che gli optional più richiesti incrementano il prezzo dell'auto fino al 40% in più.

Interpellata da "Automotive News", la Casa di Ingolstadt ha comunicato che l'Audi A1 è venduta al giusto prezzo, dato che si tratta di un modello di successo e la situazione commerciale è sotto controllo, in quanto saranno immatricolate 30.000 unità della vettura entro fine anno. Tuttavia, la stessa "Automobilwoche" sottolinea che l'impianto belga di Bruxelles ha già prodotto 45.000 esemplari di Audi A1 sui 50.000 previsti per il 2010, di cui solo 20.000 sono stati effettivamente venduti.

Nonostante le rassicurazioni di Audi e le alte aspettative per il modello, l'autorevole rivista tedesca riporta che i concessionari si stanno lamentando delle performance commerciali della A1, dato che i piazzali sono ormai pieni di esemplari della utilitaria di Ingolstadt. In Germania sono già partiti gli sconti e le promozioni che prevedono il pagamento rateale da 199 euro al mese, al tasso d'interesse dell'1,9%. L'altro dato più sconfortante deriva dal confronto con Mini, la concorrente principale che, nello stesso periodo di commercializzazione dell'Audi A1, ha totalizzato 42.000 immatricolazioni in Europa.

Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali

Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali
Audi A1 - nuove immagini ufficiali

Un portavoce della filiale olandese di Audi - intervistato da "AutoWeek" - ha dichiarato che la Mini non è la diretta concorrente dell'A1 che, invece, sul mercato si confronta con Alfa Romeo MiTo e Citroen DS3. Audi potrebbe correre ai ripari introducendo già nel 2011 l'A1 Sportback, la variante a 5 porte attesa inizialmente per il 2012. In questo modo, la Casa di Ingolstadt potrebbe mantenere l'obiettivo di produzione fissato in 80.000 unità per il 2011, destinato a salire a 100.000 unità quando la produzione dell'Audi A1 Sportback sarà a pieno regime. Tuttavia, "AutoInternationaal" ricorda che anche i modelli A8 e A3 hanno incontrato le stesse difficoltà iniziali dell'A1, in quanto si trattava di nuovi segmenti esplorati per la prima volta dal premium brand del Gruppo Volkswagen.

Per quanto riguarda il mercato italiano, fino a novembre sono stati immatricolati 2.583 esemplari di Audi A1. La vettura è in vendita al prezzo base di 16.800 euro, più alto rispetto a quello praticato in altri Paesi della UE - 15.800 euro in Germania, 16.400 euro in Francia e 15.770 euro in Spagna - ma anche rispetto alla diretta concorrenza, rappresentata dalla Alfa Romeo MiTo che costa 15.000 euro e dalla Citroen DS3 che parte da 14.500 euro. Invece, il listino dell'Audi A1 è in linea con quello della Mini, in vendita da 17.200 euro.

Vota l'articolo:
3.99 su 5.00 basato su 171 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO