Revisione auto: dall'1 gennaio 2015 arrivano le telecamere

Il costo della revisione resta stabilito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è pari a 65,68 euro

FRANCE-EMPLOYMENT-APPRENTICESHIP-TRADE-CRAFT-YOUTH-TRAINEE

Revisione auto - Cambiano alcune regole per le revisioni di auto e moto, a partire dal prossimo 1 gennaio, per i centri autorizzati ad effettuarle. Infatti, verranno introdotte le telecamere nei centri, per cui la revisione dovrà essere effettuata tramite videosorveglianza e comunicata in tempo reale alla Motorizzazione Civile. Questa decisione, annunciata dal Cgia di Mestre, è dovuta al numero sempre più elevato di “furbetti”, che agevolavano promozioni di vetture e moto non perfettamente a norma.

Per adeguarsi alle disposizioni previste da questo nuovo protocollo, denominato ‘Mctnet2’, i centri autorizzati hanno sostenuto una spesa di 10.000 euro per l’adeguamento dei macchinari e del software. Non ci sono novità per la tariffa della revisione, che resta sempre stabilita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è pari a 65,68 euro. Non cambiano nemmeno le tempistiche: sia per le auto sia per le moto la prima revisione va effettuata dopo 4 anni dall'immatricolazione e successivamente ogni due anni.

Questo cambiamento era stato richiesto a gran voce dagli operatori del settore che hanno agito onestamente nel corso di questi anni, proprio per riuscire a combattere chi invece non lo era e, ovviamente, otteneva un guadagno. Secondo Roberto Bottan, presidente degli autoriparatori e della Cgia, la nuova normativa porterà “una maggiore sicurezza dei dati, un’imparzialità dei risultati ed uno stop alle frodi sulle revisioni. L'introduzione della tecnologia comporterà l'impossibilità da parte degli operatori di modificare un eventuale esito negativo della revisione”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: