Bilancio pesante per PSA, ma ottimismo per il futuro

PSA

Se per Carlos Ghosn, Renault "non è in crisi ma è fragile", meno brillante sembra essere la situazione per il gruppo PSA Peugeot-Citroën, a giudicare dai dati del bilancio 2005 illustrati dal CEO Jean-Martin Folz: utile di 1,02 miliardi di euro, con un calo del 37,5% rispetto al 2004; utile operativo sceso da 2,4 a 1,9 miliardi; calo dello 0,4% dei ricavi generati dall'auto... Segno positivo, invece, per il fatturato, salito dello 0,3% (56,3 miliardi), e per le vendite al di fuori dell'Europa occidentale, che hanno superato per la prima volta il milione di unità.

Le previsioni sono comunque ottimistiche, sia per quel che riguarda le vendite nei mercati europei ed extra-europei, comprese Cina e America Latina, sia per un calo complessivo dei costi di produzione. Annunciato il lancio di nuovi modelli, pari ad un terzo dell'attuale gamma del gruppo, per realizzare un "ringiovanimento" dei due marchi. Che si spera, aggiungiamo noi, possano sempre più manifestare la rispettiva identità storica e tecnica...

  • shares
  • Mail
26 commenti Aggiorna
Ordina: