Nissan Leaf: quasi 4000 prenotazioni in Giappone!

Nissan Leaf EV

In pochi se l'aspettavano, forse nella stessa Nissan: la Leaf, prima elettrica della nuova era che produrrà la casa, ha accumulato quasi 4000 ordini in patria. La cifra, detta così, magari significa poco, ma basta aggiungere che in Nissan contavano di "piazzarne" 6000 nel primo anno per dare una prima idea dell'interesse che la vettura ha suscitato presso il pubblico nazionale.

Per la precisione, il modello ha raccolto 3754 ordini, superando così di slancio il 50% del target annuale nel giro di soli 22 giorni. Di queste migliaia di ordini, addirittura il 64% è arrivato da clienti private, con il restante 36% coperto dalle flotte. In termini di composizione demografica invece, la Leaf si profila in questo debutto come una vettura piuttosto "anzianotta": addirittura il 35% dei suoi clienti ha più di 60 anni!

Le fasce d'età più basse hanno mostrato un interesse gradualmente discendente: il 26% dei clienti ha tra i 50 ed i 60 anni, il 24% tra i 40 e i 50, il 13% tra i 30 e i 40 e solo il 2% ha un'età compresa tra i 20 ed i 30 anni. Il lancio sul mercato, avverrà al termine della fase dei pre-ordini, e comunque entro la fine dell'anno, sia in Giappone, che negli USA che in Europa.

La Leaf costa in patria l'equivalente di 30.400 euro incentivi esclusi, ma il prezzo scende a 24.000 tenendo conto dei generosi bonus erogati dal governo di Tokyo. Che la esenta peraltro dalla tassa sull'acquisto di un'auto nuova, corrispondente in Giappone a circa 1500 euro.

Negli USA invece, il modello è proposto all'equivalente di 24.000 euro, ma il prezzo scende a circa 18.800 tenendo conto dell'agevolazione statale garantita alle auto elettriche. Non solo.

In aggiunta a questi incentivi, la Leaf beneficerà di una serie di supporti a livello locale: in California per esempio, c'è un'ulteriore detrazione fiscale di circa 3700 euro ed è inoltre previsto l'accesso a corsie preferenziali e aree di sosta riservate. Più di qualche inguaribile ecologista ci farà un pensierino, c'è da scommetterci...

  • shares
  • +1
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: