Comparativa 1.6 Turbo: la guida su strada e il video con le opinioni dei manager

Dopo avervi raccontato il confronto in pista tra le sportive compatte del segmento B, ecco cosa pensano di loro alcuni manager delle rispettive Case costruttrici. All'interno anche gli on board in pista, l'analisi dinamica su strada, la tecnica delle 4 sportive compatte e le prove al banco

Dopo una iniziale preview della nostra comparativa, vi abbiamo poi descritto in un secondo articolo il comportamento e il rendimento in pista nella guida al limite di queste 4 sportive compatte tutte appartenenti al segmento B e tutte equipaggiate con motorizzazioni turbocompresse da 1.600cc.

Cercando di descrivere e indagare sui perchè e sulle ragioni delle loro prestazioni vi abbiamo mostrato anche i rispettivi tempi in pista, sempre a parità di pneumatici Dunlop Sport Maxx. All'interno di questo nuovo articolo di approfondimento affronteremo invece il tema della guida su strada, perchè se in pista un assetto rigido e reattivo può fornire diversi vantaggi, nella guida di tutti i giorni, così come sui lunghi curvoni veloci o nei percorsi montani, un assetto più progressivo e bilanciato tra anteriore e posteriore riesce a fornire buoni vantaggi anche nelle diverse condizioni di utilizzo.

Accade così che se in pista è la Ford Fiesta a fare la lepre, su strada troviamo Peugeot e Renault a segnare il passo, regalando un comfort di guida e un comportamento globale decisamente più indicato nell'utilizzo stradale. In questo articolo abbiamo voluto inserire anche una dettagliata analisi tecnica dei motori e telai delle quattro contendenti, tutto questo con il supporto del banco a rulli, sul quale abbiamo verificato la potenza delle singole auto.

A tal proposito vi ricordiamo che la misurazione della potenza è risultata utile anche ai fini regolamentari, poichè non avremmo accettato alla partecipazione del test eventuali auto che avrebbero ecceduto nella potenza rilevata di oltre il 7% rispetto a quella ufficialmente dichiarata dalla Casa. Nel video che trovate in apertura invece trovate le impressioni di quattro manager, uno per ciascun marchio impegnato nella prova, chiamati stavolta a giudicare non solo il proprio modello (che si presume conoscano già bene), ma quelli della concorrenza. La loro presenza in circuito è stato un modo per verificare in anteprima i risultati del nostro test, e per mostrare con trasparenza il nostro metodo di lavoro e le procedure di indagini che solitamente adottiamo.

Il risultato del test anche questa volta appare tutt'altro che scontato, così come le opinioni dei manager appaiono molto variegate per contenuti e apprezzamenti. All'interno di questo articolo infine potrete trovare un video di un giro di pista completo eseguito con ciascuna auto in prova, nell'on-board potrete notare che abbiamo inserito molti dei parametri registrati simultaneamente dalla nostra telemetria di bordo la Video V-box della Racelogic, dalla velocità istante per istante, alla accelerazione laterale, dai movimenti sulla pedaliera al punto del circuito in cui si trova l'auto. Nel tentativo di offrirvi sempre qualcosa in più, insieme a test sempre più approfonditi, vi auguriamo una buona visione.


Le ricette delle case per le 4 compatte

Comparativa 1.6 Turbo: Ford Fiesta ST, Renault Clio RS, Paugeot 208 GTI, Mini Cooper S

Ford, Mini, Peugeot e Renault; quattro case che non hanno nulla da imparare quando si parla di auto sportive. Ognuna di loro ha un palmarès di tutto rispetto, sia per quanto riguarda la produzione stradale che per quanto riguarda le competizioni. L'unica che non ha un vero trascorso è la Mini, ma visto che dietro c'è lo zampino di BMW possiamo anche sorvolare! Ognuna l'ha sempre fatto con il proprio imprinting, lo stesso che oggi ritroviamo “compresso” e esaltato nelle quattro compatte protagoniste del nostro test. Gli anni passano, infatti, ma l'obiettivo è sempre lo stesso primeggiare a livello di performance senza tradire le proprie origini e trasmettere quel piacere di guida che poi lega i clienti al marchio.

Partendo dalla Fiesta ST, Ford è riuscita nell'impresa realizzando una vettura compatta e leggera, ed è quella che fa della dinamica il suo vero punto di forza. L'assetto è il più rigido in assoluto con un buon anteriore saldo e un posteriore che gira senza mai mandare il crisi il pilota. La ST, infatti, è anche quella che dopo la Mini con 2467mm, ha il passo più corto di tutte con 2489 mm e in pista diverte più delle altre. Ottimo l'appoggio a terra con la scelta operata da Ford di equipaggiare la ST con pneumatici 205 e soprattutto scegliere un canale bello ampio da 7,5 pollici. Motore e cambio sono al top, anche in relazione al peso ridotto, così come lo sterzo diretto e tosto.

La filosofia della Mini la conosciamo tutti, si distingue per un'estetica accattivante e un abitacolo sfizioso e più curato di ogni altra rivale. Ma la Cooper S non è solo bella. Il go kart feeling nasce da uno sterzo direttissimo e consistente, schema sospensivo “da grande” e un assetto che inserisce in curva come un fulmine. E' quella con il passo più corto e sul veloce si sente, in quanto è reattiva e diretta agli input del pilota; ma il lavoro svolto sulle sospensioni è ottimo e non si deve temere anche quando si disinseriscono i controlli. Motore e cambio sono al vertice per erogazione e piacere di guida. Accattivante e gustoso il sound del doppio terminale di scarico centrale che soffia e scoppietta in rilascio neanche fosse la versione Challenge da corsa. Sta arrivando la nuova, ma questa non è certo vecchia ne da buttare... anzi!

La 208 GTi, nonostante una campagna in cui si è spesso paragonata alla più che vivace 205 GTi, è la più stradale di tutte. Ha ottime finiture per gli interni, un eccellente motore, un buon cambio, uno sterzo compattissimo, ma non altrettanto diretto e soprattutto un assetto da Gran Turismo. Che non significa che sia male, anzi, su strada è imprendibile, ma in pista è una vettura veloce, ma quasi da giro secco, perché poi cede nel confronto con le dirette rivali. Conta molto su un anteriore preciso e lascia al retrotreno il compito di seguire senza mai scomporsi. Più che alla 205 e a tutta la saga delle sportive Peugeot col posteriore ballerino, la 208 assomiglia molto alla 207 GTi, la prima compatta sportiva Peugeot ad avere un retrotreno saldo che non molla mai.

Per la nuova Clio RS, Renault Sport ha cambiato molto della sua filosofia. Al volante, però, abbiamo ritrovato quel classico piacere di guida abbinato all'efficacia delle vecchie Clio. La RS ha il passo più lungo di tutte con 2589 mm, un cambio EDC a doppia frizione automatico/sequenziale e le cinque porte! E' quella con le carreggiate più larghe, l'unica con i cerchi da 18” e nonostante le dichiarazioni bellicose del telaio Cup ha un assetto “democratico” con un buon inserimento in curva e un bilanciamento sano, nè troppo sottosterzante, né assolutamente sovrasterzante. E' quella che richiede un po' di perizia per essere sfruttata al limite, anche perché se si frena bene inserisce in curva da sola, limitando l'uso dello sterzo. Non è più quella di una volta, ma vende comunque cara la pelle!

Diamo qualche numero


Ford Fiesta ST: Passo 2489, carreggiata ant: 1491 post 1478; altezza 1456 mm
Mini Cooper S: Passo 2467, carreggiata ant: 1453 post 1461; altezza 1407 mm
Peugeot 208 GTi: Passo 2538, carreggiata ant: 1480 post 1487; altezza 1460 mm
Renault Clio RS: Passo 2589, carreggiata ant: 1504 post 1500; altezza 1432 mm

Peso Dichiarato ed Peso Effettivo
Ford Fiesta ST: dichiarato 1.088 kg, rilevato 1.170 kg
Mini Cooper S: dichiarato 1.140 kg, rilevato 1.192 kg
Peugeot 208 GTi: dichiarato 1.160 kg, rilevato 1.200 kg
Renault Clio RS: dichiarato 1.204 kg, rilevato 1.261 kg

N.B.:Il peso rilevato comprende olio motore, liquido refigerante, liquido freni e 20 litri di carburante

Potenze dichiarate ed potenze effettive


Ford Fiesta ST:
dichiarato 182 CV e 240 Nm
effettivo 193 CV a 5.700 g/m e 310 Nm a 3.378 g/m
Mini Cooper S:
dichiarato 184 CV e 240 Nm
effettivo 185 CV a 5.615 g/m e 263 Nm a 2.895 g/m
Peugeot 208 GTi:
dichiarato 200 CV e 275 Nm
effettivo dato rilevato ma non corretto*
Renault Clio RS:
dichiarato 200 CV e 240 Nm
effettivo 196 CV a 5.774 g/m e 269 Nm a 2.656 g/m

*Potenza al banco non rilevabile per taglio elettronico della centralina oltre i 5.000 g/m

  • shares
  • +1
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: