Quattro auto Segmento B il Video confronto: Ford Fiesta St, Mini Cooper S, Peugeot 208 GTi e Renault Clio RS.

Quattro sportive compatte del segmento B a confronto. Ford Fiesta ST, Mini Cooper S, Peugeot 208 GTi e Renault Clio RS. Quattro Hot Hatch in pista e su strada per una comparativa senza esclusione di colpi. Video, foto e telemetria; prova potenza, rilevamento peso e prestazioni. Con 4 piloti e 4 ospiti speciali abbiamo esplorato ogni singolo dettaglio delle quattro sportive del momento. Entriamo nel vivo della prova

E' bastato il lancio, quasi in contemporanea, di tre piccole pesti come la Ford Fiesta ST, la Peugeot 208 GTi e la Renault Clio RS a risvegliare istinti animali apparentemente sopiti non solo per noi di Autoblog.it, che in Giugno eravamo già pronti al circuito di Modena per la nostra comparativa, ma anche in Italia ed Oltremanica, dove questo brulicare di scalpitanti compatte turbocompresse ha suscitato più di qualche semplice “prurito”.

Ai più attenti non sarà sfuggita la prova effettuata a Top Gear da Jeremy Clarkson & co. che, da bravo inglese, dopo aver posto sul gradino più alto del podio la Clio RS, ha benedetto la Fiesta ST come la migliore Hot Hatch del momento. Sulla pista di Top Gear però mancava l'inglesina per antonomasia, la trendy Mini Cooper S: un vero peccato, perché il confronto sul Top Gear Race Track tra la “bella kartista” BMW e la “danzante Fiesta ST” sarebbe stato decisamente interessante.

Questo perchè la Mini Cooper S è stata anche la prima del lotto a credere nel downsizing motoristico, nonostante il vecchio 1.6 da 163 CV con compressore volumetrico della prima generazione bevesse quasi quanto il 3.2 “sei in linea” della gloriosa M3 E46. Oggi il suo “mille-e-sei-turbo” è Engine of the Year per la terza volta consecutiva... in sostanza la Mini è il riferimento del segmento da anni ed era giusto che fosse della partita.

Visto il numero di domande che ci avete mandato via email e nei commenti al post live, prima di pubblicare i risultati della nostra comparativa, abbiamo deciso di raccontarvi per filo e per segno come abbiamo svolto i test. Massima trasparenza su tutto, in una sorta di "backstage" che difficilmente avete visto altrove. E se ancora non siamo riusciti ad accontentarvi, siamo sempre pronti a rispondere ad ulteriori dubbi nei commenti.

Incominciamo allora dall'idea iniziale. Fin da subito abbiamo pensato che sarebbe stato banale effettuare solo un “time attack” ed affidare ai numeri del cronometro l'esito del nostro confronto; e così, per sviscerare ogni aspetto della guida su strada e di quella in pista, abbiamo affidato le quattro compatte sportive alle velocissime mani di un pilota professionista, oltreché a quelle di 3 tester di Autoblog "dal piede pesante". E per non farci mancare nulla, abbiamo anche invitato 4 ospiti d’ eccezione: quattro manager delle case costruttrici coinvolte nel nostro test, chiamati ad esprimere un severo giudizio sulle auto del loro marchio di appartenenza, ma soprattutto su quelle della diretta concorrenza. Ora vi spieghiamo meglio i dettagli, ricominciando dalle 4 protagoniste.

  • shares
  • +1
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: