Fiat: "Termini Imerese non può chiudere" secondo Scajola. A gennaio un nuovo confronto sul futuro della fabbrica

Sergio Marchionne-Claudio Scajola

Il Ministro dello Sviluppo Economico Claudio Scajola ha annunciato oggi un nuovo tavolo di confronto sul futuro di Termini Imerese con Fiat, Regione Sicilia e sindacati. L'incontro verrà convocato a gennaio, come riportato da Reuters. Scajola ha chiarito che "a favore del polo di Termini Imerese ci sono risorse di Regione e Governo".

"Termini Imerese non può chiudere. A gennaio convocherò un tavolo di confronto con la Regione Sicilia, la Fiat e le forze sociali perché il polo possa avere un futuro industriale. Mi auguro ancora con l'auto, in modo conveniente", ha detto il Ministro.

"Ci sono risorse che possono essere messe a disposizione come Governo e come Regione Sicilia, e se non riuscissimo a dare un futuro con l'auto, che comunque è la prima opzione, non lasceremo soli i lavoratori e proporremo soluzioni alternative che possano dare uno sviluppo ed un percorso di crescita a quel territorio", ha aggiunto Scajola. L'annuncio arriva all'indomani dell'incontro tra Fiat e Governo, in cui Sergio Marchionne ha reso noto che Termini smetterà di produrre auto a fine 2011.

  • shares
  • +1
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: