Fiat: il "Piano per l'Italia" nel dettaglio

Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009

Ecco nel dettaglio il "Piano per l'Italia" di Fiat che Sergio Marchionne ha presentato nella giornata di ieri, durante l'incontro tenutosi a Palazzo Chigi con Governo e parti sociali. Il piano industriale riguarda tutti i siti produttivi del nostro Paese e prevede un'investimento di oltre 8 miliardi di euro, soprattutto, nel reparto Ricerca&Sviluppo tra il 2010 e il 2011. Circa due terzi di questi finanziamenti verranno investiti in Italia per garantire il livello occupazionale odierno incrementando anche il livello produttivo attraverso l'ingresso di nuovi modelli per tutti i quattro brand di Fiat Group Automobiles.

Nei prossimi 2 anni, debutteranno ben 30 modelli, di cui 17 di nuova concezione. Gli altri 13 saranno aggiornamenti o facelift di modelli attualmente in commercio. Nel 2010, oltre alle già citate tre vetture Abarth - 500C, Punto Evo e 500 TC - arriveranno anche la nuova Fiat Doblò e il Fiat Doblò Cargo, nonché la nuova Alfa Romeo Giulietta che verrà assemblata nell'impianto di Cassino. Ma la novità più interessante è rappresentata dalla inedita SUV di Fiat, vale a dire il primo modello sviluppato in joint venture con Chrysler. Inoltre, tutti i motori sviluppati da Fiat Powertrain Technologies saranno adeguati alla normativa Euro 5 e adotteranno il sistema Start&Stop che, quindi, sarà di serie per tutte le vetture del gruppo Fiat.

Il prossimo anno debutterà anche il motore bicilindrico 900 MultiAir, conosciuto come SGE, acronimo di Small Gasoline Engine. La prima vettura del Lingotto ad accogliere l'inedito propulsore sarà la Fiat 500. Il motore 900 SGE andrà a sostituire l'attuale 1.2 Fire, rispetto a cui presenta dimensioni più compatte, come dimostra anche la massa complessiva inferiore di circa il 20%. Inoltre, il nuovo propulsore garantirà un abbattimento delle emissioni e dei consumi, senza pregiudicare le prestazioni. Lo stesso Marchionne ha così definito l'unità motoristica della New Small Gasoline Engine: "E' la massima espressione del concetto di downsizing che garantisce minori consumi e basse emissioni senza pregiudicare le prestazioni". Sono previsti tre diversi step di potenza per il 900 MultiAir: due versioni Turbo da 80 e 105 CV ed una aspirata da 65 CV. Quest'ultima sarà disponibile anche nella versione Natural Power a doppia alimentazione benzina e metano. Dopo la 500, il motore 900 SGE MultiAir verrà installato anche sotto il cofano di altre vetture Fiat come la Punto Evo e l'attuale Panda.

Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009

Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009

Sempre nel 2010, arriveranno gli aggiornamenti di gamma per Fiat Qubo, Fiorino, Alfa Romeo 159 e Lancia Delta, mentre le attuali Ypsilon e Musa saranno sottoposte ad un ultimo facelift. Il prossimo anno debutterà anche l'Alfa Romeo 8C GTA, versione ad alte prestazioni della conosciuta supercar del Biscione, ovviamente realizzata in tiratura limitata. Ma le maggiori novità sono attese per il 2011. La più importante riguarda la Panda che, tra due anni, debutterà in una nuova veste e sarà assemblata nell'impianto Alfasud di Pomigliano d'Arco al ritmo di 290.000 unità annue. Sempre per il 2011 è prevista l'omologa versione di Fiat Professional denominata Panda Van.

Inoltre, debutteranno le nuove MPV compatte di Fiat che saranno disponibili nelle varianti di carrozzeria a 5 e 7 posti. Questi due inediti modelli verranno assemblati nell'impianto di Mirafiori. Poi, è atteso il debutto del secondo modello Fiat sviluppato con Chrysler, vale a dire l'inedita crossover. Le maggiori novità per il 2011 riguardano Lancia che presenterà ben 5 nuovi modelli: la nuova Ypsilon con carrozzeria a 5 porte, la berlina di segmento D che verrà proposta anche nella variante cabriolet, la nuova monovolume che andrà a sostituire la Phedra e la nuova ammiraglia di segmento E che rinverdirà i fasti della Thema. Per quanto riguarda queste ultime quattro vetture, si tratta di progetti che verranno sviluppati con Chrysler nell'ottica di massima sinergia di cui si parla già da tempo.

Per il resto, nel 2011 arriveranno gli aggiornamenti di gamma per Fiat Punto Evo, Scudo e Ducato, nonché i facelift per Fiat Linea, Alfa Romeo MiTo e Fiat Strada. Con questo piano, Fiat prevede di innalzare la produzione italiana di auto del gruppo a 900.000 unità annue, a cui si aggiungeranno anche le 220.000 unità annue di Fiat Professional e Iveco. Sempre nel "Piano per l'Italia", si è parlato dello stop definitivo alla produzione di auto nell'impianto siciliano di Termini Imerese, a partire dal 2011. Invece, è stato confermato anche il piano per il 2011-2012 relativo all'impianto ex Bertone di Grugliasco, dove verranno assemblati due modelli di alta gamma al ritmo di 50.000 unità annue.

Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009
Piano Gruppo Fiat Dicembre 2009

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 10 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO